Depeche Mode – Home (testo e traduzione)

—————————————————-

“Here is a song
from the wrong side of town
where I’m bound
to the ground
by the loneliest sound
that pounds from within
and is pinning me down

Here is a page
from the emptiest stage
a cage or the heaviest cross ever made
a gauge of the deadliest trap ever laid

And I thank you
for bringing me here
for showing me home
for singing these tears
finally I’ve found
that I belong here
the heat and the sickliest
sweet smelling sheets
that cling to the backs of my knees
and my feet
but I’m drowning in time
to a desperate beat

And I thank you
for bringing me here
for showing me home
for singing these tears
finally I’ve found
that I belong

Feels like home
I should have known
from my first breath
God send the only true friend
I call mine
pretend that I’ll make amends
the next time
be friend the glorious end of the line
and I thank you
for bringing me here
for showing me home
for singing these tears
finally I’ve found
that I belong here”.


—————————————————-

Traduzione.

“Questa è una canzone
che proviene dal lato sbagliato della città
a cui sono ancorato
attraverso il più solitario dei suoni
mi pulsa dentro mettendomi alle strette
e mi inchioda

Ecco una pagina
dal palcoscenico più deserto
una gabbia o la croce più pesante
che sia mai stata costruita
una maglia della trappola più mortale mai posata

E ti ringrazio
per avermi condotto qui
per avermi mostrato dove sia la mia casa
per aver trasformato queste lacrime in canto
infine ho scoperto
che appartengo a questo luogo
queste calde lenzuola sono impregnate
del dolce profumo della mia malattia
e mi si attaccano alle gambe
sotto alle ginocchia, ai piedi
ma annego nel tempo
a un ritmo disperato

E ti ringrazio
per avermi condotto qui
per avermi mostrato dove sia la mia casa
per aver trasformato queste lacrime in canto
infine ho scoperto
che appartengo a questo luogo

Mi sento come se fossi a casa
avrei dovuto saperlo
dal primo momento della mia vita
Dio manda l’unico vero amico
che io possa definire mio
fingerò di fare ammenda
la prossima volta
alla fine del cammino
la gloria sarà mia amica

E ti ringrazio
per avermi condotto qui
per avermi mostrato dove sia la mia casa
per aver trasformato queste lacrime in canto
infine ho scoperto
che appartengo a questo luogo”.

(Traduzione a cura di Lucy Inthesky e Arianna Russo)

—————————————————-

Depeche Mode, Home – 5:42
(Martin L. Gore)
Album: Ultra (1997)
Singolo: “Home / Barrel of a gun (live) / It’s no good (live)” (1997)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Lucy Inthesky e Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UA-10243258-10