—————————————————-

“- Bonjour –
– Buongiorno, buongiorno –
– Bonjour –
– Venga avanti avanti –
– Je suis Chateaubriand a
le plù grand vinicoltor
de la France meridionel, e tuà? –
– Attento al piede, che c’è una…-
– J’escuse oui oui pardon pardon –
– Una….Come si chiama –
– Frocrassiem –
– Come si… ‘na cacata! –
– Pardon pardon –
– Eh ha messo il piede proprio lì –
– Oui oui alor je suis Verdicchio –
– Plesir plesir –
– Eugenio Verdicchio –
– Plesir plesir je suis Lombardoni –

– C’ha un po’ il fiato di vino lei –
– Oui oui –
– se parla vicino –
– Alor je suis venu de Louen de mon chateau –
– Si –
– pour vendre a tuà le vin fransè –
– Sì hai preso una strada sbagliata –
– Lombardoni come te ch…
– Pommery Pommery –
– Pommery perché io c’ho
al di là di Mentone c’ho un box pieno di
di damigiane di vino –
– Ah –
– Frizzante buono fresco fresco
– Combien coute?
– Non è corto è alto il vino –
– No combien coute le vin? –
– Ah eh guarda te lo dico subito è un misto tra
un Chianti Chianti e un Chianti che ride
un piant’e rido capito? –
– Ah c’est ne pas bon, eh c’est ne pas bon
le vin français sont plus fort –
– Come? Che vuol dir –
– Sont plus fort le vin français –
– No guard –
– Nous ne c’est pour fa de la guerre ma c’est plus fort –
– Scusa, cosa vuol dire che che c’hai un po’
di ridolino in faccia cosa vuol dire? –
– Eh no, purquoi tu ne va des vin que n’est pon pas bon, e alor –
– Mi vuoi dire dopo il violino
mi vuoi dire per piacere le etichette
precise di quello che vendi tu? –
– Oui oui. Je vend le Pommery di catraventsis an –
– Chiavica eccezionale –
– La Rochelle du premies an –
– Eh anche peggio –
– La Bourghignon de la de la nepasé –
– Questa non si mangia manco coi crostini –
– No no no la Bourghignon c’est bon c’est bon la Bourghignon –
– Sa di tappo –
– No –
– Sa un po’ di tappo –
– No ne me dis pas se chose –
– Sa un po’ di tappo quando lo bevi
ti scende nella tonsilla verso sinistra –
– Eh –
– Mentre sta scorrendo in centro
sa di tappo a sinistra –
A destra è meglio quindi
dovresti berne mezza bottiglia
che mezza sa di tappo e mezza no –
– Amore m’innamoro di te –
– Comme tu est comme tu est bon
comme tu est bon che bel visage che tu ha –
– Togli la mano dal dall’impermeabilone –
– Tu vuà la plage? Tu vuà le tramont?
Nous Camminia nous cheminont
piano pianò sur la plage –
– Mi piaci mi piaci non troppo
attaccato mi piaci tu no il tuo vin
mi piace la tua vena –
– Ne parlom plus de vin parlom d’amour –
– Eh sei un po’ strano
che mi dai un bacino scusa –
– Ancor? –
– La guerre c’est la guerre –
– Oui oui oui oui ma ancor?
Un outre? –
– Piano te lo do piano te lo do
te lo do piano eh –
– Plus pianò aussì –
– Eh non si senta non si senda –
– Oui oui oui oui –
– io te lo vorrei dare ma non si sente
dammi la guancia la guanciò la guanciò –
– Che belle langhe che tu ha –
– Vieni un po’ più vicino la guanciò così –
– Che belle langhe –
– Sì aspetta vieni
vieni un po’ più vicino che ti do
vieni vieni un po’ più vicino –
– Ah –
– Eh t’e visto è un po’ un bacio
frizzantino ma è un bacio buono –
– Assette-toi sur la plage –
– Eh c’ho il tappo della bottiglia in
in culo mi fa male –
– Assette-toi piano pianò –
– Eh no ma –
– Sur la cassett sur la cassett –
– Così così così così –
– E’ bello questo –
– Che corp che corp –
– Eh ma tu stai esagerando –
– Che corpet –
– Stai esagerando –
– Che corpett che tu ha –
– Eh ma tu me sborr –
– Che corpett dieux –
– Sur sur la gamb –
– Dieux de la fras che corpet –
– Viva Mitterand –
– Mon dieux –
– Non mi piace questo qua –
– Mon dieux Mon Dieux –
– Eh me l’hai messo ci sei riuscit –
– Mon Dieux de la Frans –
– Dammi diecimila lire che torno in Italia felice –
– Je me ne pas –
– Eh come chiava questo francese –
– Che corp, che corp che tu ha –
– Evviva Mitterand evviva le socialist –
– Ancor ancor –
– E Bettino Craxi lo amo bello bello –
– Ah c’est fini peccat che c’est fini –
– No tu hai finito io mo’ ho cominciato
statt’ buono –
– Che c’est fini –
– Vattenne nun m’romp’ o cazz a questo
carta -“.

—————————————————-

Squallor, La guerra del vino – 5:00
(Pace, Bigazzi, Savio)
Album: Arrapaho (1983)

Brano inserito nella rassegna Sing along to the drinking song. Le canzoni dedicate agli alcolici di InfinitiTesti.


Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“La guerra del vino mette a confronto le tradizioni enologiche di Italia e Francia chiudendo la diatriba con un gemellaggio omosessuale fra i due protagonisti, con la lingua napoletana che si mescola all’italiano ed al francese dei protagonisti”.

(Wikipedia, voce Arrapaho (album))

—————————————————-

La guerra del vino narra dell’approccio di uno schizofrenico viticoltore francese (di volta in volta a nome: Chateaubriand, Lombardoni, Pommery) ad un compiacente concorrente italiano, Eugenio Verdicchio. Alla fine degli anni ’70 ci furono dei contrasti commerciali fra Italia e Francia sull’import/export del vino, e la nostra vicenda trae spunto da questo accadimento. Il francese (Pace) mostra fin dall’inizio di voler affascinare Verdicchio (Cerruti), che si mostra più ingenuo; tanto è vero che la prima mossa del francese è dichiarare al suo concorrente che intende vendergli il suo vino, magnificandone le qualità: evidentemente considera la sua controparte così inferiore da non ritenere opportuno nessun sotterfugio, nessuna diplomazia o formalismo.
Verdicchio non è invece così sprovveduto: al di là di Mentone, ha “un box pieno di damigiane di vino frizzantino, buono, frescofresco“, per cui ritiene che Pommery abbia preso “una strada sbagliata”. E anzi passa al contrattacco, quando Lombardoni lo dileggia sostenendo che il suo “vin c’est pas bon” facendosi raccontare le “etichette precise di quello che vendi tu“.
Lombardoni snocciola: “le Pommery di Quatre-vent six annes (chiavica eccezionale), la Rochelle de premieres annes (eh…anche peggio), la Bourguignone dell’annes passeés (questo non si mangia neanche coi crostini)“, e ciò non impedisce a Verdicchio di replicare al tecnicismo snob di Chateubriand con una descrizione molto precisa di dove il vino francese “sa di tappo: mentre sta scorrendo in centro, sa di tappo a sinistra; a destra è meglio: dovresti venderne mezza bottiglia“. Verdicchio la sa lunga: aveva subito inquadrato il suo interlocutore, frenandone la sicumera quando all’inizio gli evita di pestare qualcosa di spiacevole in cui facilmente ci si può imbattere in campagna.
Le schermaglie a cui abbiamo assistito non sono una vera guerra: sono schermaglie amorose e Pommery se ne accorge, e rompe gli indugi. Si accorge che Verdicchio disprezza, ma per comprare (e non il vino: “innamorati un po’“), e va per le spicce. Eugenio però vuole il corteggiamento e il francese gli propone lunghe passeggiate “sulla plage, al tramont, nous chamminaum…“, ma subito dopo azzarda un bacio ottenendone uno “frizzantino, ma buono”, e poi entrambi si lasciano prendere dalla passione (“che belle langue che tu ha, che corp, che corpett, mon Dieu, MON DIEU, vive la France“). L’atto si concretizza sulla carta, ovviamente dei vini, ed è sulla diecimila lire che Verdicchio nemmeno rimedia per tornare felice in Italia, visto che quando il francese ha finito (contemporaneamente alla base) lui “mo’ ha cominciato”. Ed è con stizza che liquida il deludente francese con le parole di Incubo “vattenne, nun me rompere ‘o cazzo a quest’ora… carta!“. Dei vini, ovviamente”.

(dal sito Guida all’ascolto degli Squallor)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-