—————————————————-

“I once had a girl
or should I say
she once had me
she showed me her room
isn’t it good, norwegian wood?

She asked me to stay
and she told me to sit anywhere
so I looked around
and I noticed there wasn’t a chair.

I sat on a rug, biding my time
drinking her wine
we talked until two
and then she said
“It’s time for bed”

She told me she worked in the morning
and started to laugh
I told her I didn’t and crawled off
to sleep in the bath

And when I awoke
I was alone, this bird had flown
so I lit a fire
isn’t it good, norwegian wood”.

—————————————————-

Traduzione.

Legno Norvegese

“Una volta avevo una ragazza
o forse è meglio dire
che lei aveva me
lei mi mostrò la sua stanza,
dicendo “non è buono, il legno norvegese?”

Mi chiese di restare
e mi disse di sedermi dove volevo
mi guardai intorno
e notai che non c’era neanche una sedia
mi sedetti su una coperta
aspettando il mio momento
bevendo il suo vino

Parlammo fino alle due
e poi lei disse
“E’ ora di andare a letto”

Lei mi disse che la mattina doveva lavorare
e incominciò a ridere
le dissi che io non dovevo lavorare
e andai a dormire nel bagno

E quando mi svegliai ero solo
quest’uccello era volato via
così accesi un fuoco
non è buono il legno norvegese?”

—————————————————-

Beatles, Norwegian wood (This bird has flown) – 2:05
(John Lennon, Paul McCartney)
Album: Rubber soul (1965)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Beatles.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Norwegian Wood (This Bird Has Flown), pezzo insolitamente strutturato in tempo composto, fu abbozzato da John mentre si trovava in vacanza in Svizzera. Ma, a lavoro terminato, controversa risulta l’attribuzione di paternità del brano. Probabilmente, considerate le rispettive caratteristiche compositive, si può parlare di una composizione che vede il duo Lennon-McCartney lavorare di concerto. Sono di Lennon le due parti melodiche in maggiore che aprono e chiudono il brano, appartiene allo stile di Paul la parte mediana in minore. Anche il testo, che tratteggia un fallito rapporto fisico con una donna – ma la relazione extraconiugale di John con una giornalista che ispirò la composizione si risolse nella realtà in maniera diversa – e che parte dallo spunto lennoniano “I once had a girl/Or should I say, she once had me”, dopo le prime difficoltà a decollare vide i due autori avviarsi con scioltezza supportandosi vicendevolmente, con John che tracciava il canovaccio e Paul che integrava gli spunti del compagno. Fu – e non sarebbe stato l’ultimo – un testo che si scrisse da sé. Certi frammenti del testo si ispirano, secondo alcuni, a episodi di vita vissuta di Lennon. Racconta Pete Shotton che quando all’inizio del 1960 John viveva con Stu Sutcliffe nella casa di Gambier Terrace, talvolta dormì nella vasca da bagno dell’appartamento (“[I] crawled off to sleep in the bath”) e bruciò alcuni mobili nel camino (“so I lit a fire”).
Norwegian Wood fu la prima creazione dei Beatles in cui fece la comparsa il sitar. Durante la lavorazione del film Help!, i Beatles girarono una scena nella quale alcuni musicisti indiani suonavano i loro strumenti tipici. George Harrison era rimasto affascinato dalle particolari sonorità esotiche del sitar, aveva iniziato a strimpellarlo e ne aveva imparato le basi, tanto da inciderne una linea non troppo elaborata nella canzone.
Il brano fu messo su nastro nelle sedute del 12 e del 21 ottobre. Nella seconda data il pezzo subì il rifacimento, tuttavia già il primo take del 12 ottobre evidenzia che ormai Norwegian Wood era prossima alla sua versione definitiva. In studio, la registrazione dello strumento indiano causò notevoli problemi di distorsione, a quel tempo difficilmente risolvibili in assenza di accorgimenti tecnici appropriati di là da venire”.

(Wikipedia, voce Rubber Soul)

—————————————————-

Norwegian Wood (This Bird Has Flown) è una canzone dei Beatles, scritta da John Lennon, ed inserita nell’album Rubber Soul, del 1965, e presenta come peculiarità principale la prima comparsa in assoluto in una canzone occidentale dello strumento del sitar, suonato da George Harrison.
Il testo, che ha come base una languida melodia acustica, sorretta dal sitar, che Harrison stava in quel periodo imparando sotto la guida del suo mentore e maestro Ravi Shankar, e il controcanto di McCartney negli intermezzi, narra, in modo in parte ironico e surreale, di una scappatella extra-coniugale di Lennon. Appena entra nell’abitazione della ragazza, quest’ultima non tarda a fargli notare la qualità del legno norvegese dei suoi mobili, (She showed me her room, isn’t it good Norwegian wood? / Mi mostrò la sua camera. Non male vero? Legno norvegese) ma, come è risaputo, il protagonista della canzone andrà in bianco dopo una lunga attesa e dopo esser stato dirottato a dormire in una vasca da bagno. Infine, svegliatosi la mattina dopo e scoprendo di essere solo, brucia la mobilia della ragazza (So I lit a fire, isn’t it good? Norwegian wood / E così ho acceso un fuoco, non male vero? Legno norvegese).
Nel 2004, la rivista Rolling Stone ha collocato la canzone all’83° posto nella classifica dei 500 migliori brani di tutti i tempi”.

(Wikipedia, voce Norwegian Wood (This Bird Has Flown))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-