“Prima di dare del pazzo
a Van Gogh
sappi che lui è terrazzo
tu ground floor

Prima di dire
che era fuori di senno
fammi un disegno
con fogli di carta e crayon

Van Gogh
mica quel tizio là
ma uno che alla tua età
libri di Emile Zola
Shakespeare nelle corde
Dickens nelle corde

Tu leggi manuali di DVD Recorder
lui trecento lettere
letteratura fine
tu centosessanta caratteri
due faccine fine
lui London Paris Anverse

Tu megastore iper multiplex
lui distante ma
sa tutto del fratello Teo
tu convivi e non sai nulla
del fratello tuo

Lui a piedi per i campi
lo stimola
tu rinchiuso con i crampi
sul tapis roulant
Beh da una prima stima
mio caro ragazzo
dovresti convenire che


Tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica van Gogh
mica van Gogh, mica van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh

Van Gogh a sedici anni
girò tra collezioni d’arte
tu sedici anni Yu-Gi-Oh
collezioni carte

A vent’anni nel salon del Louvre
e tu nell’autosalon nel SUV
rimani in mutande
lui olio su tela
e creò dipinti

Tu olio su muscoli
gare di bodybuilding
lui paesane
modelle prostitute
tu passi le notti
nel letto con il computer

Lui ha talento e lo sai
che è un po’ che non l’hai
lui scommette su di se
tu poker online
lui esaltato per avere
incontrato Gauguin
tu esaltato per avere
pippato cocaine

Lui assenzio e poesia
tu senza poesia
lui ha fede
tu ti senti il messia
Van Gogh una lama
e si taglia l’orecchio
io ti sento parlare
sto per fare lo stesso

Ho il rasoio tra le dita
ma non ti ammazzo
avrò pietà di te perché
tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica van Gogh
mica van Gogh, mica van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh

Spacchi tutto quando fan goal
fai la coda per lo smartphone
tu sei pazzo, mica Van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh

Ok Van Gogh
mangiava tubi di colore
ed altre cose assurde
probabilmente meno tossiche
del tuo cheeseburger

Allucinazioni che alterano la vista
tu ti fai di funghi ad Amsterdam
ma ciò non fa di te un artista
tu in fissa con i cellulari
lui coi girasoli
girare con te è un po’
come quando si gira soli

Colpo di mano
cambia il vento
come a rubamazzo
c’è una novità ragazzo
tu non sei più sano

Tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica Van Gogh
mica Van Gogh, mica Van Gogh
tu tu sei pazzo, mica van Gogh
mica van Gogh, mica van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh
tu sei pazzo, mica Van Gogh”.

—————————————————-

Caparezza, Mica Van Gogh – 3:55
(Michele Salvemini)
Album: Museica (2014)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate a personaggi storici (o solo famosi) di InfinitiTesti.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Quinto ed ultimo singolo estratto dall’album, questa è la canzone “primogenita” dell’album: l’artista infatti di un viaggio ad Amsterdam ammette che “tra le prostitute e la marjuana ha scelto Van Gogh” e si è appassionato alle sue opere e ai suoi scritti. Da qui l’idea di scrivere un album ispirato a delle opere d’arte. In questo brano traccia un parallelo tra la vita tormentata dell’artista olandese e quella di una persona qualunque, in particolare si rivolge all’odierno adolescente medio e lo paragona continuamente a Van Gogh (ad esempio: “Lui 300 lettere, letteratura fine, tu 160 caratteri, due faccine, fine”); ad uscire vincitore dal confronto è ovviamente l’artista olandese”.

(Wikipedia, voce Museica)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-