—————————————————-

“Io sono un uomo nuovo
talmente nuovo che da tempo
che non sono neanche più fascista
sono sensibile e altruista
orientalista
ed in passato sono stato
un po’ sessantottista
da un po’ di tempo ambientalista
qualche anno fa nell’euforia mi son sentito
come un po’ tutti socialista

Io sono un uomo nuovo
per carità lo dico
in senso letterale
sono progressista
al tempo stesso liberista
antirazzista
e sono molto buono
sono animalista
non sono più assistenzialista
ultimamente sono
un po’ controcorrente
son federalista

Il conformista
è uno che di solito sta
sempre dalla parte giusta
il conformista ha
tutte le risposte belle chiare
dentro la sua testa
è un concentrato di opinioni
che tiene sotto il braccio
due o tre quotidiani
e quando ha voglia di pensare
pensa per sentito dire
e forse da buon opportunista
si adegua senza farci caso
e vive nel suo paradiso

Il conformista
è un uomo a tutto tondo
che si muove senza consistenza
Il conformista s’allena
a scivolare dentro il mare
della maggioranza
è un animale assai comune
che vive di parole da conversazione
di notte sogna e vengon fuori
i sogni di altri sognatori
il giorno esplode la sua festa
che stare in pace con il mondo
e farsi largo galleggiando
il conformista, il conformista.

Io sono un uomo nuovo
e con le donne
c’ho un rapporto straordinario
sono femminista
son disponibile e ottimista
europeista
non alzo mai la voce
sono pacifista
ero marxista-leninista
e dopo un po’ non so perché
mi son trovato
catto-comunista


Il conformista non ha capito bene
che rimbalza meglio di un pallone
il conformista aerostato evoluto
che gonfiato dall’informazione
è Il risultato di una specie
che vola sempre a bassa quota in superficie
poi sfiora il mondo con un dito
e si sente realizzato
vive e questo già gli basta
e devo dire che oramai
somiglia molto a tutti noi
il conformista, il conformista.

Io sono un uomo nuovo
talmente nuovo
che si vede a prima vista
sono il nuovo conformista”.

—————————————————-

Giorgio Gaber, Il conformista – 4:28
(Giorgio Gaber, Sandro Luporini)
Album: Un’idiozia conquistata a fatica (1998)
Album: La mia generazione ha perso (2001)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-