“Vivere così senza pietà
senza chiedersi perché
come il falco e la rugiada
e non dubitare mai

Non avere alcuna proprietà
rinnegare l’anima
come i sassi e fili d’erba
non avere identità

Gli spietati salgono
sul treno e non ritornano
mai più non sono
come noi perduti
antichi eroi noi due
che al binario
ci diciamo addio…

Non volere mai la verità
ottenere l’aldilà
navigare senza vento
migliorare con l’età

C’è un amore che
non muore mai
più lontano degli dei
a saperverlo spiegare
che filosofo sarei

Gli spietati salgono
sul treno e non ritornano
mai più non sono
come noi falliti
antichi eroi noi due
che al binario salutiamo…

Gli spietati salgono
sul treno e non ritornano
mai più non sono
come noi innamorati eroi
noi due che al binario
ci diciamo addio…

Noi ci siamo amati, violentati
deturpati, torturati
maltrattati, malmenati
scritti lettere lo sai

Noi ci siamo amati, divertiti
pervertiti, dimenati
spaventati, rovinati
licenziati, lo saprai

Noi ci siamo persi
ritrovati, poi bucati
c’è un amore che mi lacera
la carne ed ancora tu lo sai

Noi ci siamo amati
violentati, deturpati
c’è un amore che mi brucia
nelle vene e che non
si spegne mai

Noi ci siamo amati, violentati
deturpati, torturati
maltrattati, malmenati
scritti lettere lo sai”.

—————————————————-

Baustelle, Gli spietati – 4:35
(Francesco Bianconi)
Album: I mistici dell’occidente (2010)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Gli spietati è un singolo della band italiana Baustelle, contenuto nell’album I mistici dell’Occidente. Questo singolo, che rispecchia il puro stile del gruppo, contiene riferimenti cinematografici, in quanto il titolo è un omonimo e noto film del 1992, diretto e interpretato da Clint Eastwood, riferimenti letterari e qualche dotta citazione anche in termini musicali. Vi è infatti un richiamo ai Nomadi di Come potete giudicar e ai Rokes di Che colpa abbiamo noi nel riff della strofa ed un omaggio a Franco Battiato sul finale.
l videoclip del brano è stato girato a Roma e diretto da Daniele Persica. Hanno partecipato molti attori, artisti e amici del gruppo tra cui Carolina Crescentini, Vinicio Marchioni, Valentina Lodovini, Lara Martelli, Diane Fleri, Michael Schermi, Karin Foschetti, Natalino Fratarcangeli, Giulio Berruti, Gianluca Moro ed Ettore Bianconi. In molti frangenti il video richiama alla figura di Andy Warhol, promotore principale della Pop art. Compaiono infatti lo stesso personaggio di Warhol, con una telecamera che riprende le azioni di altre persone (a omaggiare gli screen test di Warhol) e il celebre barattolo di zuppa rappresentato da Warhol che, anziché “Campell’s”, porta la scritta “Baustelle”. Il video ottiene il “Premio Clip Music 2010 – categoria senior”, un progetto speciale del Ravello Festival”.

(Wikipedia, voce Gli spietati (singolo))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-