—————————————————-

“I’m hearing images, I’m seeing songs
no poet has ever painted
voices call out to me, straight to my heart
so strange yet we’re so well acquainted
I let the music speak, with no restraints
I let my feelings take over
carry my soul away into the world
where beauty meets the darkness of the day

Where my mind is like an open window
where the high and healing winds blow
from my shallow sleep the sounds awake me
I let them take me
(let them wake me, let them now, let them take me)

Let it be a joke
let it be a smile
let it be a farce if it makes me laugh
for a little while
let it be a tear
let it be a sigh
coming from a heart, speaking to a heart
let it be a cry

Some streets are emptiness, dry leaves of autumn
rustling down an old alley
and in the dead of night I find myself
a blind man in some ancient valley
I let the music speak, leading me gently
urging me like a lover
leading me all the way
into a place
where beauty will defeat the darkest day

Where I’m one with every grand illusion
no disturbance, no intrusion
where I let the wistful sounds seduce me
I let them use me
(all illusion, no disturbance, no intrusion)

Let it be a joke
let it be a smile
let it be a farce if it makes me laugh
for a little while
let it be a tear
let it be a sigh
coming from a heart, speaking to a heart
let it be a cry

Let it be a tear
let it be a sigh
coming from a heart, speaking to a heart
let it be a cry

Let it be the joy of each new sunrise
or the moment when a day dies
I surrender without reservation
no explanations
no questions why
I take it to me and let it flow through me
yes, I let the music speak
I let the music speak”.

—————————————————-

Traduzione.

“Sto ascoltando delle immagini
sto guardando canzoni
nessun poeta ha mai dipinto
delle voci mi stanno chiamando
attraverso il mio cuore
eppure è molto strano
che noi siamo così in confidenza
lascio che sia la musica a parlare
senza alcuna restrizione
lascio che le mie emozioni prendano il sopravvento
trasporto la mia anima in giro per il mondo
dove la bellezza incontra l’oscurità del giorno

Dove la mia mente è come una finestra aperta
dove soffiano i venti forti e guaritori
i suoni mi svegliano dal mio sonno leggero
e mi lascio trasportare
(lascio che mi sveglino
mi sto lasciando trasportare)

Lascia che sia uno scherzo
lascia che sia un sorriso
lascia che sia una farsa
se mi può far ridere
almeno per un pochino
lascia che sia una lacrima
lascia che sia un sospiro
che proviene da un cuore
e parla ad un altro cuore
lascia che sia un pianto

Alcune strade sono vuote
secche foglie di autunno
frusciano a terra in un vecchio vialetto
nel cuore della notte scopro me stessa
un uomo cieco in qualche antica vallata
lascio che sia la musica a parlare
e a guidarmi dolcemente
invitandomi come un amante
guidandomi completamente in un posto
dove la bellezza sconfigge i giorni più cupi

Dove io sono quella delle grandi illusioni
non disturbano, non si intromettono
dove mi lascio sedurre da una melodia malinconica
mi lascio usare da loro
(è tutta un’illusione
non disturbano, non si intromettono)

Lascia che sia uno scherzo
lascia che sia un sorriso
lascia che sia una farsa
se mi può far ridere
almeno per un pochino
lascia che sia una lacrima
lascia che sia un sospiro
che proviene da un cuore
e parla ad un altro cuore
lascia che sia un pianto

Lascia che sia una lacrima
lascia che sia un sospiro
che proviene da un cuore
e parla ad un altro cuore
lascia che sia un pianto

Lascia che sia la gioia di ogni nuova alba
o il momento in cui la giornata finisce
mi arrendo senza eccezioni
nessuna spiegazione, niente domande
la porto con me e lascio che mi scorra attraverso
sì, lascio che sia la musica a parlare
lascio che sia la musica a parlare”.

(Traduzione a cura di Sara Lebowsky)

—————————————————-

ABBA, I let the music speak – 5:23
(Benny Andersson, Björn Ulvaeus)
Album: The Visitors (30 novembre 1981)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa degli ABBA.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-