“I’d like to be under the sea
in an octopus’s garden in the shade
he’d let us in, knows where we’ve been
in his octopus’s garden in the shade
I’d ask my friends to come and see
an octopus’s garden with me
I’d like to be under the sea
in an octopus’s garden in the shade

We would be warm below the storm
in our little hideaway beneath the waves
resting our head on the sea bed
in an octopus’s garden near a cave
we would sing and dance around
because we know we can’t be found
I’d like to be under the sea
in an octopus’s garden in the shade

We would shout and swim about
the coral that lies beneath the waves
oh what joy for every girl and boy
knowing they’re happy and they’re safe
we would be so happy you and me
no one there to tell us what to do
I’d like to be under the sea
in an octopus’s garden with you
in an octopus’s garden with you
in an octopus’s garden with you”.

—————————————————-

Traduzione.

“Vorrei essere in fondo al mare
nel giardino di un polipo, all’ombra
ci farebbe entrare, sa dove siamo stati
nel suo giardino da polipo, all’ombra
chiederei ai miei amici di venire a vedere
il giardino di un polipo con me
vorrei essere in fondo al mare
nel giardino di un polipo, all’ombra

Staremmo al caldo sotto la tempesta
nel nostro piccolo rifugio sotto le onde
appoggiando la testa sul letto del mare
nel giardino di un polipo vicino ad una grotta
canteremmo e balleremmo qua e là
sapendo di non poter essere trovati.
vorrei essere in fondo al mare
nel giardino di un polipo, all’ombra

Grideremmo e nuoteremmo
intorno al corallo che sta sotto le onde
o che gioia per ogni ragazza e ragazzo
sapendo di essere felici e al sicuro
saremmo così felici, tu ed io
nessuno lì a dirci cosa fare
vorrei essere in fondo al mare
nel giardino di un polipo, con te
nel giardino di un polipo, con te
nel giardino di un polipo, con te”.

—————————————————-

Beatles, Octopus’s Garden – 2:51
(Richard Starkey)
Album: Abbey Road (1969)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Beatles.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Octopus’s Garden è un brano musicale dei Beatles, composto da Ringo Starr, pubblicato nell’album Abbey Road. George Harrison lavorò sulla canzone con Starr; forse perché le proprie canzoni venivano spesso respinte da John Lennon e Paul McCartney. Harrison commentò: «Octopus’s Garden è una canzone di Ringo. È soltanto la seconda canzone che Ringo abbia mai scritto, ed è bella». Aggiunse anche: «La canzone è anche molto profonda perché è così pacifica. Suppongo che Ringo stia scrivendo canzoni cosmiche in questi ultimi tempi senza rendersene conto».
L’idea della canzone venne quando Starr era su una barca insieme al comico Peter Sellers in Sardegna nel 1968. Starr ordinò fish and chips per pranzo, ma invece gli diedero un calamaro (era la prima volta che Starr mangiò un calamaro, disse, “Non era male. Un po’ gommoso. Sapeva come il pollo”). Il capitano della nave raccontò a Starr come i polpi vivevano sul fondo del mare, raccogliendo pietre e oggetti brillanti per costruire giardini. Il film Let it Be include una scena dove Harrison aiuta Starr sul pianoforte. Il brano, contenente versi come “Oh what joy for every girl and boy / Knowing they’re happy and they’re safe” (Oh che gioia per ogni ragazza e ragazzo / Sapendo di essere felici e al sicuro), qualche volta fu etichettato come una canzone per bambini, come “Yellow Submarine“, “The Continuing Story of Bungalow Bill“, “All Together Now” e “Birthday“.
La base strumentale fu registrata il 26 aprile 1969, con la classica formazione dei Beatles: due chitarre elettriche (Harrison e Lennon, usarono la stessa tecnica fingerstyle come in Julia e Dear Prudence), basso elettrico (McCartney), batteria (Starr). George Martin durante la registrazione era assente, così i Beatles, a cui serviva un produttore, scelsero Chris Thomas, presente in una cabina di controllo per assistere. Servirono 32 registrazioni prima che i Beatles fossero soddisfatti della canzone. I cori di McCartney e Harrison durante l’assolo di chitarra furono sottoposti a compressori e limiters per creare un suono gorgogliato. Harrison aggiunse il suono di alcune bolle, soffiando in un bicchiere di latte usando una cannuccia”.

(Wikipedia, voce Octopus’s Garden)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-