—————————————————-

“Hear the sirens
hear the sirens.

Hear the sirens
hear the circus so profound
I hear the sirens
more and more in this here town

Let me catch my breath to breathe
and reach across the bed
just to know we’re safe
I am a grateful man

The slightest bit of light
and I can see you clear
oh, have to take your hand
and feel your breath for fear
this someday will be over

I pull you close, so much to lose
knowing that nothing lasts forever
I didn’t care before you were here
I danced in laughter with the everafter
but all things change
let this remain

Hear the sirens
covering distance in the night
the sound echoing closer
will they come for me next time?

For every choice, mistake I’ve made
it’s not my plan
to send you in the arms of another man
and if you choose to stay
I’ll wait, I’ll understand

Oh, it’s a fragile thing
this life we lead
if I think too much
I can get overwhelmed by the grace
by which we live our lives
with death over our shoulders

Want you to know that should I go
I always loved you, held you high above, true
I study your face, and the fear goes away.

It’s a fragile thing, this life we lead
if I think too much
I can get overwhelmed by the grace
by which we live our lives
with death over our shoulder

Want you to know that should I go
I always loved you, held you high above, true
I study your face, and the fear goes away
the fear goes away
the fear goes away
the fear goes away”.

—————————————————-

Traduzione.

“Senti le sirene
ecco le sirene

ecco le sirene
guarda il circo che si svela
sento le sirene sempre più vicine a questa città
lascia che prenda fiato
voglio raggiungere quella curva
per sapere che siamo al sicuro
e sentirmi sollevato
questa luce è un abisso vivente
e ora ti vedo, nitida.

Potrei prendere la tua mano e sentirti respirare
ma saprei che questo un giorno potrebbe finire
ti tengo stretta, ho troppo da perdere
sapevo già che niente dura per sempre
ma non me ne importava prima che tu fossi qui
una risata distante e tutto ciò che viene dopo
qualsiasi cosa cambia
lasciamo che questo rimanga com’è

Senti le sirene
attraversano le distanze nella notte
il suono riecheggia sempre più vicino
verranno per me la prossima volta?

Qualsiasi scelta abbia fatto
qualsiasi errore abbia commesso
non avevo previsto di vederti
tra le braccia di un altro
e se tu decidessi di restare
io potrei aspettare, ti capirei

Questa vita che portiamo avanti
è una cosa fragile
se ci penso troppo non riesco ad accettarlo
viviamo tutti sull’orlo del baratro
trascinandoci la morte addosso
ma voglio che tu sappia, se me ne andassi
che ti ho amata sempre
anche più di me stesso
ora guardo bene il tuo volto
e la paura svanisce, la paura svanisce”.

(Traduzione a cura di Francesca Crisci)

—————————————————-

Pearl Jam, Sirens – 5:41
(Mike McCready, Eddie Vedder)
Album: Lightning bolt (2013)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Pearl Jam.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Sirens è un singolo del gruppo musicale statunitense Pearl Jam, il secondo estratto dal decimo album in studio del gruppo, Lightning Bolt, il 18 settembre 2013. Nella sua prima settimana d’uscita, ha registrato 13.000 download nei soli Stati Uniti. Il chitarrista Mike McCready ha composto il brano dopo aver assistito ad uno spettacolo del The Wall Live Tour di Roger Waters nel 2011, sostenendo che voleva “scrivere qualcosa che suonasse simile ai Pink Floyd“. Il testo curato dal cantante Eddie Vedder riguarda le sue preoccupazioni sulla mortalità e su ciò che il futuro riserva per le prossime generazioni. Brendan O’Brien, storico produttore del gruppo dal 1993, l’ha definita come una delle canzoni più belle che i Pearl Jam abbiano mai scritto. Il video musicale della canzone è stato diretto da Danny Clinch e pubblicato il 18 settembre 2013. La versione utilizzata nel video differisce leggermente da quella presente nell’album, in quanto gli strumenti sono stati registrati dal vivo per l’occasione”.

(Wikipedia, voce Sirens (Pearl Jam))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-