—————————————————-

“Gli ippopotami vivono
e sono molto contenti
a fotografarli mostrano
tutti i denti e dimenano i sederi
oggi molto più di ieri
gli ippopotami
ti sorridono volentieri

Si racconta che un tempo
eran pallidi ed impulsivi
ma era il tempo
che c’erano i buoni e i cattivi
i più vecchi ogni tanto
rimpiangono la fanghiglia
i più giovani stanno
benissimo in famiglia

Gli ippopotami
non hanno pensieri
ma sembrano meditare
e si dicono tutti
che ogni ippopotamo è uguale
anche tra loro c’è chi suda
chi scende e chi sale
ma un ippopotamo vero
resta normale
ma un ippopotamo serio
resta normale

Ippopotami pà pà potami
ippopotami pà pà potami
d’estate in montagna
d’inverno in riviera
li vedi passare vestiti da sera
ippopotami pà pà potami
ippopotami pà pà potami
discendono il fiume
se c’è la corrente
si stancano poco
pochissimo o niente

Gli ippopotami ballano
quando nessuno li vede
e ogni tanto ballando
ballando si pestano un piede
ma si chiedono scusa
perché maleducati non son
e poi quelli che sanno
il francese dicon pardon

Gli ippopotami
non fanno niente
basta la presenza
ippopotami non si nasce
si diventa e se li vedi
con gli occhi socchiusi
non è vero che stanno
a dormire fanno finta
per non farsi infastidire

Gli ippopotami una volta
litigavano con le iene
ma anche quelle per loro
oramai sono bestie per bene
e poi questa
è una libera scelta
e va rispettata
perché l’acqua
che hanno bevuto
è acqua passata
tutta l’acqua
che hanno bevuto
è acqua passata.

Ippopotami pà pà potami
Ippopotami pà pà potami
galleggiano lenti
rotondi e contenti
la faccia però
è solo quella coi denti
ippopotami, pà pà potami
ippopotami, pà pà potami
annusano il vento di terre lontane
si accoppiano stanchi
contando le lune

Gli ippopotami
li puoi dividere
in padri madri e figli
però in fondo
non ce n’è uno
che si assomigli
quando mangiano
è l’ora più bella
mangiano di tutto
solo un altro ippopotamo
può dire a un ippopotamo
– Sei brutto –

E alla fine si riuniscono
tutti a guardare le stelle
perché uno gli ha detto una volta
– Noi veniamo da quelle –
Ma siccome non hanno le mani
per farsi una scala
tornan tutti nell’acqua
aspettando la prossima sera
tornan tutti nell’acqua
aspettando la prossima sera

Ippopotami pà pà potami
ippopotami pà pà potami
il primo dell’anno
van tutti in crociera
e cantando in coro
bel tempo di spera
ippopotami pà pà potami
ippopotami pà pà potami
e sognano dietro
gli occhiali da sole
domani si cambia
domani si vola

Ippopotami pà pà potami
Ippopotami pà pà potami
dichiarano seri
alla televisione
che i giovani vogliono
un mondo migliore
ippopotami pà Pà potami
ippopotami pà Pà potami
distesi nel sole
sbadigliano piano
e sembrano fermi
ma vanno lontano”.

—————————————————-

Roberto Vecchioni, Ippopotami – 9:06
(Roberto Vecchioni)
Album: Ippopotami (1986)
Album: Studio Collection (1987, raccolta)

Brano inserito nella rassegna Lo zoo di InfinitiTesti – Le canzoni dedicate agli animali.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Roberto Vecchioni.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Nella canzone che ne dà il titolo si polemizza contro i trasformisti e i rampanti della scala sociale, paragonati al mammifero dall’aspetto goffo ed eccessivo. La stessa traccia, dalla inusuale durata di nove minuti, è legata a un intermezzo strumentale, che sviluppa il tema della canzone precedente, e dove Vecchioni si limita a recitare alcuni versi”.

(Wikipedia, voce Ippopotami)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-