—————————————————-

“Some time ago a crazy dream came to me
I dreamt I was walkin’ into World War Three
I went to the doctor the very next day
to see what kinda words he could say
he said it was a bad dream
I wouldn’t worry ’bout it none, though
they were my own dreams and they’re only in my head

I said, – Hold it, Doc, a World War passed through my brain –
he said, – Nurse, get your pad, this boy’s insane –
he grabbed my arm, I said, – Ouch! –
as I landed on the psychiatric couch
he said, – Tell me about it –

Well, the whole thing started at 3 o’clock fast
it was all over by quarter past
I was down in the sewer with some little lover
when I peeked out from a manhole cover
wondering who turned the lights on

Well, I got up and walked around
and up and down the lonesome town
I stood a-wondering which way to go
I lit a cigarette on a parking meter
and walked on down the road
it was a normal day

Well, I rung the fallout shelter bell
and I leaned my head and I gave a yell
– give me a string bean, I’m a hungry man –
a shotgun fired and away I ran
I don’t blame them too much though
I know I look funny


Down at the corner by a hot-dog stand
I seen a man
I said, – Howdy friend, I guess there’s just us two –
he screamed a bit and away he flew
thought I was a Communist

Well, I spied a girl and before she could leave
– let’s go and play Adam and Eve –
I took her by the hand and my heart it was thumpin’
when she said, – Hey man, you crazy or sumpin’
you see what happened last time they started –

Well, I seen a Cadillac window uptown
and there was nobody aroun’
I got into the driver’s seat
and I drove down 42nd Street
in my Cadillac, good car to drive after a war

Well, I remember seein’ some ad
so I turned on my Conelrad
but I didn’t pay my Con Ed bill
so the radio didn’t work so well
turned on my record player
it was Rock-a-day Johnny singin’,
– Tell your Ma, tell your Pa
our love’s a-gonna grow ooh-wah, ooh-wah –

I was feelin’ kinda lonesome and blue
I needed somebody to talk to
so I called up the operator of time
just to hear a voice of some kind
– when you hear the beep it will be three o’clock –
she said that for over an hour
and I hung up

Well, the doctor interrupted me just about then
sayin’, – hey I’ve been havin’ the same old dreams
but mine was a little different you see
I dreamt that the only person left after the war was me
I didn’t see you around –

Well, now time passed and now it seems
everybody’s having them dreams
everybody sees themselves
walkin’ around with no one else
half of the people can be part right all of the time
some of the people can be all right part of the time
but all of the people can’t be all right all of the time
I think Abraham Lincoln said that
– I’ll let you be in my dreams if I can be in yours –
I said that”.

—————————————————-

Traduzione.

“Una volta feci un sogno un po’ pazzo
sognai che camminavo
nella Terza Guerra Mondiale
andai subito dal dottore il giorno dopo
per sentire cosa mi avrebbe detto
mi disse che era un brutto sogno
io non mi preoccuperei per niente
sapete questi giorni sono tutti nella testa

Dissi un momento dottore
c’è stata una guerra mondiale nel mio cervello
lui disse infermiera prenda nota
il ragazzo è pazzo
poi mi afferrò per il braccio e io gridai
e mi ritrovai nel lettino psichiatrico
lui disse raccontami tutto

Bè tutta la faccenda incominciò
alle tre precise
ed era finita un quarto d’ora dopo
io ero in una fogna con una ragazzina
quando dò un’occhiata
dal coperchio di un tombino
chiedendomi chi aveva acceso tutte le luci

Poi mi alzo e cammino
su e giù per la città solitaria
mi fermo incerto dove andare
accendo una sigaretta su un parkingmeter (1)
e continuo a camminare
era un giorno come tutti gli altri

Allora suono la campana di un rifugio atomico (2)
poi piego la testa e urlo
datemi un fagiolino verde ho fame
un fucile spara e io scappo via
ma non era colpa sua
anche se non mi conosceva

Dietro l’angolo vicino un chiosco di hotdog (3)
vedo un uomo
salve amico gli dico
credo che siamo rimasti solo noi due
lui urla un poco e corre via
pensava che ero comunista

Allora adocchio una ragazza
e prima che possa svicolare
le dico andiamo
a giocare Adamo ed Eva
la prendo per mano
il mio cuore batteva forte
ma insomma lei dice
devi essere proprio matto
hai visto cos’è successo
l’ultima volta che hanno cominciato

Vedo il finestrino della sua Cadillac Uptown (4)
non c’è nessuno in giro
così mi metto al volante
e guido giù fino alla Quarantaduesima (5)
nella mia Cadillac bella macchina da guidare
dopo una guerra

Poi mi ricordo di avere visto un annuncio
così accendo il mio Conelrad (6)
ma non avevo pagato il conto della luce (7)
e la radio non funzionava molto bene
accendo il giradischi
era Johnny un rock al giorno
che cantava dì a mammà dì a papà
il nostro amore crescerà uà uà uà

Mi sentivo solo e depresso
volevo proprio urlare con qualcuno
così chiamo l’ora al telefono
solo per sentire una voce qualsiasi
al segnale saranno le tre
l’ha ripetuto per più di un’ora
e io ho attaccato

Il dottore mi interrompe proprio lì
anch’io ho fatto questo stesso sogno
ma il mio era un po’ diverso vedi
sognavo che l’unica persona rimasta
dopo la guerra ero io
tu non c’eri mica

E’ passato del tempo e ora sembra
tutti fanno lo stesso sogno
ognuno si vede camminare
e non c’è nessun altro
metà degli uomini
possono essere quasi sani (8)
tutte le volte qualche uomo
può essere tutto sano
qualche volta
ma tutti gli uomini non possono
essere tutti sani
tutte le volte
credo che l’abbia detto Abramo Lincoln (9)
io ti lascerò entrare nei miei sogni
se tu mi lasci entrare nei tuoi
l’ho detto io”.

(Traduzione e note a cura di Stefano Rizzo)

—————————————————-

Note.

(1) Nell’originale parkingmeter; è la colonnina dove, inserendo una monetina, si può parcheggiare la macchina per un determinato periodo di tempo. Sono molto usate in tutti i centri urbani degli Stati Uniti.

(2) Di rifugi atomici ve ne sono moltissimi in tutte le grandi città degli USA; non c’è praticamente grande magazzino o edificio pubblico che non ne abbia uno.

(3) Gli hot dog o frankfurter (salamini viennesi) caldi dentro un panino allungato con crauti o senza, sono venduti un po’ dovunque, per strada, nelle stazioni del subway, nei grandi magazzini.

(4) Non a caso in questo paesaggio onirico fatto di situazioni strane e di cose di tutti i giorni, appare la Cadillac che è, a tutt’oggi, il gran sogno dell’americano medio. Uptown, la parte alta di Manhattan.

(5) 42nd Street è la strada più centrale di Manhattan; il tratto ad ovest della Quinta Avenue, con le sue gioiellerie, ristoranti, librerie e cinematografi specializzati in materiale pornografico, negozi d’armi, prostitute, drogati, esercita un notevole fascino sul provinciale e sul newyorkese benpensante.

(6) Conelrad (da: Control of electromagnetic radiation); sistema per cambiare la frequenza radio, in caso di attacco aereo nemico, in modo da impedire che una città venga localizzata dalle onde radio emesse dalle stazioni ricetrasmittenti.

(7) Con-ed (Consolidated Edison); l’azienda privata a carattere monopolistico che eroga l’energia elettrica alla città di New York.

(8) To be right può voler dire sia “avere ragione”, “essere nel giusto”, sia (nella forma to be alright) “essere sano”, “stare bene”. Si è preferito qui questo secondo significato anche se il testo è (volutamente?) ambiguo.

(9) Abraham Lincoln veramente disse: “E’ possibile ingannare qualche uomo qualche volta, è persino possibile ingannare qualche uomo tutte le volte, ma non è possibile ingannare tutti gli uomini tutte le volte” (a un visitatore alla Casa Bianca, da: Lincoln’s Yarns and Stories di K. McClure).

—————————————————-

Bob Dylan, Talking World War III blues – 6:28
(Bob Dylan)
Album: The Freewheelin’ Bob Dylan (1963)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bob Dylan.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-