—————————————————-

“Oh my name it is nothin’
my age it means less
the country I come from
is called the Midwest
I’s taught and brought up there
the laws to abide
and that the land that I live in
has God on its side

Oh the history books tell it
they tell it so well
the cavalries charged
the Indians fell
the cavalries charged
the Indians died
oh the country was young
with God on its side

Oh the Spanish-American
war had its day
and the Civil War too
was soon laid away
and the names of the heroes
l’s made to memorize
with guns in their hands
and God on their side

Oh the First World War, boys
it closed out its fate
the reason for fighting
I never got straight
but I learned to accept it
accept it with pride
for you don’t count the dead
when God’s on your side

When the Second World War
came to an end
we forgave the Germans
and we were friends
though they murdered six million
in the ovens they fried
the Germans now too
have God on their side



I’ve learned to hate Russians
all through my whole life
if another war starts
it’s them we must fight
to hate them and fear them
to run and to hide
and accept it all bravely
with God on my side

But now we got weapons
of the chemical dust
if fire them we’re forced to
then fire them we must
one push of the button
and a shot the world wide
and you never ask questions
when God’s on your side

Through many dark hour
I’ve been thinkin’ about this
that Jesus Christ
was betrayed by a kiss
but I can’t think for you
you’ll have to decide
whether Judas Iscariot
had God on his side

So now as I’m leavin’
I’m weary as Hell
the confusion I’m feelin’
ain’t no tongue can tell
the words fill my head
and fall to the floor
if God’s on our side
he’ll stop the next war”.

—————————————————-

Traduzione.

“Il mio nome non conta
e la mia età nemmeno
il paese da cui vengo
è chiamato il Midwest (1)
là sono cresciuto e ho imparato
a obbedire alle leggi
e che il paese in cui vivo
ha Dio dalla sua parte

I libri di storia lo dicono
e lo dicono così bene
la cavalleria caricava
e gli indiani cadevano
la cavalleria caricava
e gli indiani morivano
perché il Paese era giovane
con Dio dalla sua parte

La guerra Ispano Americana
ha fatto il suo tempo
e anche la guerra civile
fu presto messa da parte
e i nomi degli eroi
li ho imparati a memoria
con i fucili in mano
e Dio dalla loro parte

I ragazzi della Prima Guerra Mondiale
è venuta ed è andata
i motivi per combattere
non li ho mai capiti
ma ho imparato ad accettarla
ad accettarla con fierezza
perché non si contano i morti
quando hai Dio dalla tua parte

La Seconda Guerra Mondiale
finalmente finì
abbiamo perdonato i tedeschi
e poi siamo diventati amici
anche se hanno assassinato sei milioni
nei forni li hanno bruciati
anche i tedeschi adesso
hanno Dio dalla loro parte

Ho imparato ad odiare i russi
per tutta la mia vita
se un’altra guerra viene
è loro che dobbiamo combattere
odiarli e temerli
correre a nasconderci
e accettare tutto coraggiosamente
con Dio dalla mia parte

Ma ora abbiamo armi
di polvere chimica
se siamo costretti ad usarle
allora usarle dovremo
qualcuno premerà il bottone
e il mondo intero salterà
ma non bisogna mai fare domande
quando si ha Dio dalla propria parte

Per molte tristi ore
ho pensato a questo
che Gesù Cristo fu
tradito da un bacio
ma io non posso pensare per voi
e voi soli dovrete giudicare
se Giuda Iscariota
aveva Dio dalla sua parte

Adesso me ne debbo andare
sono stanco sfinito
la confusione che provo
non cè lingua che la possa dire
le parole mi riempiono la testa
e cadono sul pavimento
se Dio è dalla nostra parte
impedirà la prossima guerra” (2)

(Traduzione e note a cura di Stefano Rizzo)

—————————————————-

Note.

(1) Bob Dylan è infatti nato nel Minnesota, uno degli stati del Midwest (stati centrali).
(2) Qualche mese dopo la registrazione di questa canzone il Congresso americano passava la risoluzione del Tonchino, che permise all’allora presidente Lyndon Johnson di scatenare la guerra nel Sud-est asiatico con i primi massicci bombardamenti del Viet Nam del Nord.

—————————————————-

Bob Dylan, With God on our side – 7:08
(Bob Dylan)
Album: The times they are a-changin’ (1964)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bob Dylan.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-