—————————————————-

“Piano americano
e sfioro il tavolo
con una mano
pomeriggio strano
e un desiderio che è
fuggito lontano

Polvere gran confusione
un grigio salone
in quale direzione
io caccerò là

Polvere dai miei pensieri
e quanti misteri
coi pochi poteri
che la mia condizione mi dà

Aria un po’ viziata
quella finestra
andrebbe spalancata
tela rovinata
e la cornice
tutta consumata

Polvere troppi ricordi
è meglio esser sordi
e forse è già tardi
per togliere la
polvere dagli ingranaggi
dai volti dei saggi
coi pochi vantaggi
che la mia condizione mi dà


Non mi cercare
che non mi riconoscerai
non mi cercare
che non mi riconoscerai
non mi cercare
che non mi riconoscerai
non mi cercare
che non mi riconoscerai”.

—————————————————-

Enrico Ruggeri, Polvere – 3:44
(Enrico Ruggeri, Luigi Schiavone)
Album: Polvere (1983)
Album: Cuore, muscoli e cervello (2006, raccolta, nuova versione 2006)
Album: Le canzoni ai testimoni (2012, con i Fluon)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-