—————————————————-

“I had a job, I had a girl
I had something going mister in this world
I got laid off down at the lumber yard
our love went bad, times got hard
now I work down at the carwash
where all it ever does is rain
don’t you feel like you’re a rider
on a downbound train

She just said “Joe I gotta go
we had it once we ain’t got it any more”
she packed her bags left me behind
she bought a ticket on the Central Line
nights as I sleep, I hear that whistle whining
I feel her kiss in the misty rain
and I feel like I’m a rider on a downbound train

Last night I heard your voice
you were crying, crying, you were so alone
you said your love had never died
you were waiting for me at home
put on my jacket, I ran through the woods
I ran till I thought my chest would explode
there in the clearing, beyond the highway
in the moonlight, our wedding house shone
I rushed through the yard
I burst through the front door
my head pounding hard
up the stairs I climbed
the room was dark
our bed was empty
then I heard that long whistle whine
and I dropped to my knees
hung my head and cried

Now I swing a sledge hammer
on a railroad gang
knocking down them cross ties
working in the rain
now don’t it feel like
you’re a rider on a downbound train”.

—————————————————-


Traduzione.

“Avevo un lavoro, avevo una ragazza
avevo qualcosa, signore
che funzionava in questo mondo
mi licenziarono giù alla falegnameria
il nostro amore si deteriorò
i tempi si fecero difficili
ora lavoro giù al lavaggio macchine
dove non fa altro che piovere
non ti senti come su un treno che ti porta giù?

Lei disse solo: “Joe devo andare
quello che c’era una volta ora non c’è più”
fece le sue valige e mi lasciò alle spalle
comprò un biglietto per la Central Line
di notte quando dormo
sento quel fischio lamentoso
sento il suo bacio nella foschia piovosa
e mi sento come uno che viaggia
su un treno che ti porta giù

La scorsa notte ho sentito la tua voce
stavi piangendo, urlando
eri così sola
dicevi che il tuo amore non era mai morto
che mi aspettavi a casa
ho messo la giacca, ho corso per i boschi
ho corso finché ho creduto
che il mio petto esplodesse
là nella radura, oltre l’autostrada
sotto la luce della luna
la nostra casa risplendeva
ho attraversato il cortile
mi sono buttato attraverso la porta d’ingresso
il mio cuore batteva forte
mi sono precipitato per le scale
la stanza era buia, il nostro letto vuoto
in quell’istante ho sentito
quel lungo fischio lamentoso
e sono caduto in ginocchio
con la testa tra le mani e ho pianto

Ora agito un martello pneumatico
in una compagnia ferroviaria
pianto le traversine, lavoro sotto la pioggia
ora, non ti fa sentire come uno
che viaggia su un treno che ti porta giù”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Bruce Springsteen, Downbound train – 3:38
(Bruce Springsteen)
Album: Born in the USA (1984)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-