—————————————————-

“I was barely 13 years old
she came out of the Guadalupe’s on a night so cold
her coat was frosted diamonds
in the sallow moon’s glow
my silver palomino

Sixteen hands from her withers to the ground
I lie in bed and listen to the sound
of the west Texas thunder roll
my silver palomino

I track her into the mountains she loved
watch her from the rocks above
she’d dip her neck
and drink from the winter flows
my silver palomino

Our mustañeros were the very best, sir
but they could never lay a rope on her
no corral will ever hold
the silver palomino

In my dreams bareback I ride
over the pradera low and wide
as the wind sweeps out the draw
‘cross the scrub desert floor
I’d give my riata and spurs
if I could be forever yours
I’d ride into the serrania where no one goes
for my silver palomino


Summer drought come hard that year
our herd grazed the land so bare
me and my dad had to blowtorch
the thorns off the prickly pear
and mother, your hand slipped from my hair

Tonight I wake early the sky is pearl
the stars aglow
I saddle up my red roan
I ride deep into the mountains
along a ridge of pale stone
where the air is still with the coming snow

As I rise higher I can smell your hair
the scent of your skin, mother, fills the air
‘midst the harsh scrub pine that grows
I watch the silver palomino”.

—————————————————-

Traduzione.

“Avevo appena tredici anni
lei uscì dal Guadalupe in una notte molto fredda
il suo manto era tempestato di diamanti
al pallido scintillio della luna
la mia palomino argentata

Un metro e sessanta al garrese
sdraiato nel letto ascolto il suono
dei tuoni del Texas occidentale
mia palomino argentata

La portai sulle montagne che amava
la guardavo dalle rocce più in alto
abbassava il collo e beveva dai rivoli invernali
la mia palomino argentata

I nostri mustañeros erano i migliori
ma non riuscivano mai a prenderla al lazo
nessun recinto potrà mai imprigionare
la mia palomino argentata

Nei miei sogni cavalco a pelo
sulla prateria bassa e selvaggia
mentre il vento mi spinge
in questa landa desolata

Avrei dato redini e speroni
per essere tuo per sempre
avrei cavalcato montagne dimenticate
per la mia palomino argentata

La siccità estiva fu dura quell’anno
i nostri animali brucavano la nuda terra
io e papà dovemmo spinare il fico d’India
con la fiamma ossidrica
e mamma la tua mano scivolava sui miei capelli

Stanotte mi sono svegliato presto
il cielo è di perla, le stelle brillano
sello il mio roano
e cavalco a lungo per le montagne
su pallidi crinali di sassi
dove l’aria è ferma per la neve in arrivo

Mentre salgo posso sentire l’odore dei tuoi capelli
il profumo della tua pelle, mamma, riempie l’aria
nel mezzo di un intricato bosco di pini
vedo la palomino argentata”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Bruce Springsteen, Silver Palomino – 3:23
(Bruce Springsteen)
Album: Devils & dust (2005)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-