—————————————————-

“When the rain came I thought you’d leave
‘cause I knew how much you loved the sun
but you chose to stay, stay and keep me warm
through the darkest nights I’ve ever known
if the mandolin wind couldn’t change a thing
then I know I love ya

Oh the snow fell without a break
Buffalo died in the frozen fields you know
through the coldest winter in almost fourteen years
I couldn’t believe you kept a smile
now I can rest assured knowing that we’ve seen the worst
and I know I love ya

Oh I never was good with romantic words
so the next few lines come really hard
don’t have much but what I’ve got is yours
except of course my steel guitar
ha, ‘cause I know you don’t play
but I’ll teach you one day
because I love ya

I recall the night we knelt and prayed
noticing your face was thin and pale
I found it hard to hide my tears
I felt ashamed I felt I’d let you down
no mandolin wind couldn’t change a thing
couldn’t change a thing no, no

The coldest winter in almost fourteen years
could never, never change your mind


And I love ya
yes indeed and I love ya
and I love ya
Lordy I love ya”.

—————————————————-

Traduzione.

“Quando cominciò a piovere pensavo te ne saresti andata
perché sapevo quanto amavi il sole
ma decidesti di restare, restare e tenermi caldo
nelle notti più buie della mia vita
se quest’aria di mandolino non può cambiare niente
allora so di amarti.

Oh, la neve cadde senza interruzione
un bufalo morì nei campi gelati, sai
nel più freddo inverno in quasi quattordici anni
non potevo credere che continuassi a sorridere
ora sono rassicurato sapendo che il peggio è passato
e so di amarti.

Oh non sono mai stato bravo con le parole d’amore
quindi le prossime righe sono davvero dure
non possiedo molto ma quel che ho è tuo
tranne ovviamente la mia chitarra d’acciaio
ah, perché lo so che non suoni
ma ti insegnerò un giorno
perché ti amo.

Mi ricordo la notte in cui ci inginocchiammo a pregare
notai il tuo viso pallido e sottile
feci fatica a nascondere le lacrime
mi vergognai, sentii di averti deluso
nessun’aria di mandolino potrebbe cambiare alcunché
non potrebbe cambiare alcunché, no, no

L’inverno più freddo in quasi quattordici anni
non potrebbe mai, mai farti cambiare idea

E ti amo
sì, davvero, ti amo
e ti amo
oh Dio, ti amo”.

(Traduzione a cura di Peppo Anselmi)

—————————————————-

Rod Stewart, Mandolin wind – 5.33
(Rod Stewart)
Album: Every picture tells a story (1971)
Singolo: “(I know) I’m losing you / Mandolin wind” (1971)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Mandolin Wind è una canzone di Rod Stewart. Il titolo, non facile da tradurre, si potrebbe rendere con “aria di mandolino”. Nel brano, di ispirazione country, compaiono sia il banjo che il mandolino. Quest’ultimo caratterizzò in maniera suggestiva Maggie May, canzone che rese noto Rod Stewart al grande pubblico”.

(Wikipedia, voce Mandolin Wind)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-