“Ah, ah, we come from the land
of the ice and snow
from the midnight sun
where the hot springs blow
the hammer of the gods
will drive our ships to new lands
to fight the horde, singing and crying
Valhalla, I am coming!

On we sweep with threshing oar
our only goal will be the western shore.

Ah, ah, we come from the land
of the ice and snow
from the midnight sun
where the hot springs blow
how soft your fields so green
can whisper tales of gore
of how we calmed the tides of war
we are your overlords.

On we sweep with threshing oar
our only goal will be the western shore.

So now you’d better stop
and rebuild all your ruins
for peace and trust can win the day
in spite of all your losing”.

—————————————————-



Traduzione.

“Veniamo dalla terra del ghiaccio e della neve
del sole di mezzanotte
dove sgorgano le fonti di acqua calda
il Martello degli Dei guiderà le nostre navi
verso nuove terre per combattere le orde
cantando e urlando: “Valhalla sto arrivando”

Avanziamo contro vento
il nostro obiettivo è la costa occidentale

Veniamo dalla terra del ghiaccio e della neve
dal sole di mezzanotte
dove sgorgano le fonti di acqua calda
con quanta delicatezza i vostri campi così verdi
possono sussurrare storie di sangue
di come abbiamo sedato le ondate di guerra
noi siamo i vostri padroni

Avanziamo contro vento
il nostro obiettivo è la costa occidentale

Così ora dovreste fermarvi
e ricostruire le vostre rovine
perché la pace e la verità possano vincere
oltre il giorno della vostra sconfitta”.

—————————————————-

Led Zeppelin, Immigrant song – 2:26
(Jimmy Page, Robert Plant)
Album: Led Zeppelin III (1970)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa dei Led Zeppelin.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Immigrant Song è un brano musicale dei Led Zeppelin, composto da Jimmy Page e Robert Plant, celebre per il caratteristico vocalizzo d’inizio strofa e per il riff di chitarra in Fa♯m, semplice ma sferzante e ossessivo che si ripete per tutta la sua durata. Si tratta del brano di apertura di Led Zeppelin III, il terzo album del gruppo, pubblicato nel 1970; dal 1970 al 1972 è stato il brano di apertura dei loro concerti. Al momento della sua uscita, Immigrant Song si è classificata al 16º posto della classifica di Billboard.
Composta durante una tournée dei Led Zeppelin in Islanda a metà del 1970, il testo è scritto dal punto di vista dei vichinghi, e le parole hanno fortemente influenzato le liriche tipiche dell’heavy metal, in particolare del filone di stampo epico-mitologico: in una strofa si nomina l’«hammer of the gods» (il martello degli dei, riferendosi al Mjöllnir), espressione utilizzata da Stephen Davis per intitolare la biografia del complesso: Hammer of the Gods: The Led Zeppelin Saga. In seguito l’immagine è divenuta ricorrente nei testi di gruppi metal come Iron Maiden e Manowar, e dei gruppi epic metal e viking metal in generale.
Per riuscire ad averla nel film School of Rock, del 2003, Jack Black ha inscenato durante le riprese di una delle sequenze finali del film, un monologo implorante, rivolto a Page, Plant e Jones, chiedendogli di concedere l’uso della canzone nel film. L’umorismo e l’entusiasmo di Jack Black hanno convinto i Led Zeppelin (che in genere vietano che la loro musica sia usata in film o spot pubblicitari), e la canzone è stata utilizzata in una sequenza. La melodia della canzone si ode anche in una scena del film d’animazione Shrek terzo quando Biancaneve (imitando l’urlo di Plant) lancia gli animali della foresta all’attacco di due alberi animati.
Il pezzo è stato anche oggetto di una reinterpretazione ad opera di Trent Reznor ed Atticus Ross, insieme alla cantante Karen O. Tale reinterpretazione, più cupa e con atmosfera decisamente cyberpunk rispetto all’originale, fa parte della colonna sonora del film Millennium – Uomini che odiano le donne di David Fincher, con Daniel Craig e Rooney Mara, seconda trasposizione cinematografica del romanzo di Stieg Larsson Uomini che odiano le donne, primo capitolo della saga Millennium“.

(Wikipedia, voce Immigrant Song)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-