“Não se admire se um dia
um beija flor invadir
a porta da tua casa
te der um beijo e partir

Foi eu que mandei o beijo
que é pra matar meu desejo
faz tempo que eu não te vejo
ai que saudade d’ocê

Se um dia ocê se lembrar
escreva uma carta pra mim
bote logo no correio
com frases dizendo assim

Faz tempo que eu não te vejo
quero matar meu desejo
lhe mando um monte de beijo
ai que saudade sem fim

E se quiser recordar
aquele nosso namoro
quando eu ia viajar
você caía no choro

eu chorando pela estrada
mas o que eu posso fazer
trabalha é minha sina
eu gosto mesmo é d’ocê”.



—————————————————-

Traduzione.

“Non stupirti se un giorno
un colibrì arriva
alla porta di casa tua
ti dà un bacio e riparte

Sono io che ho mandato il bacio
perché non resisto del desiderio
è da tempo che non ti vedo
ah che nostalgia di te

Se un giorno ti ricordi
scrivimi una lettera
imbucala subito
con scritto così

E’ da tempo che non ti vedo
non resisto dal desiderio
ti mando un monte di baci
ah che nostalgia infinita

E se vuoi ricorda pure
la nostra storia
quando io partivo per un viaggio
tu cadevi nel pianto

E io piangendo lungo la strada
ma cosa posso farci
il mio destino è dover lavorare
ma chi amo davvero sei tu”.

(Traduzione a cura di Giuliano Lotti)

—————————————————-

Vital Farias, Ai, que saudade d’ocê – 3:46
(Vital Farias)
album: Vital Farias – Sagas Brasileiras (1982)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Ai, Que Saudade D’Ocê è una canzone composta nel 1982 dal paraibano Vital Farias e divenuta il suo maggior successo. Vanta l’interpretazione di diversi altri artisti, specialmente tra i grandi esponenti della musica nordestina (brasiliana) come Elba Ramalho, Geraldo Azevedo, Fagner e Isabel Filho. Più recentemente si sono aggiunti Zeca Baleiro, Lucy Alves e Scracho. Ai, Que Saudade D’Ocê è stata usata come colonna sonora di due telenovelas brasiliane: “Renascer”, interpretata da Fábio Junior nel 1993, e “Imperio”, interpretata da Zeca Baleiro nel 2014″.

(Wikipedia, voce Ai, que Saudade d’Ocê)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Giuliano Lotti
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-