—————————————————-

“It’s coming through a hole in the air
from those nights in Tiananmen Square
it’s coming from the feel
that this ain’t exactly real
or it’s real, but it ain’t exactly there
from the wars against disorder
from the sirens night and day
from the fires of the homeless
from the ashes of the gay
democracy is coming to the U.S.A.

It’s coming through a crack in the wall
on a visionary flood of alcohol
from the staggering account
of the Sermon on the Mount
which I don’t pretend to understand at all
it’s coming from the silence
on the dock of the bay
from the brave, the bold, the battered
heart of Chevrolet
democracy is coming to the U.S.A.

It’s coming from the sorrow in the street
the holy places where the races meet
from the homicidal bitchin’
that goes down in every kitchen
to determine who will serve and who will eat
from the wells of disappointment
where the women kneel to pray
for the grace of God in the desert here
and the desert far away
democracy is coming to the U.S.A.

Sail on, sail on
o mighty Ship of State
to the Shores of Need
past the Reefs of Greed
through the Squalls of Hate
sail on, sail on, sail on, sail on.

It’s coming to America first
the cradle of the best and of the worst
it’s here they got the range
and the machinery for change
and it’s here they got the spiritual thirst
it’s here the family’s broken
and it’s here the lonely say
that the heart has got to open
in a fundamental way
democracy is coming to the U.S.A.



It’s coming from the women and the men
o baby, we’ll be making love again
we’ll be going down so deep
the river’s going to weep
and the mountain’s going to shout Amen
it’s coming like the tidal flood
beneath the lunar sway
imperial, mysterious
in amorous array
democracy is coming to the U.S.A.

Sail on, sail on
o mighty Ship of State
to the Shores of Need
past the Reefs of Greed
through the Squalls of Hate
sail on, sail on, sail on, sail on.

I’m sentimental, if you know what I mean
I love the country but I can’t stand the scene
and I’m neither left or right
I’m just staying home tonight
getting lost in that hopeless little screen
but I’m stubborn as those garbage bags
that Time cannot decay
I’m junk but I’m still holding up
this little wild bouquet
democracy is coming to the U.S.A.”.

—————————————————-

Traduzione.

“Sta arrivando attraverso un buco nell’aria
da quelle notti in piazza Tien-an-Men
sta venendo dalla sensazione
che non è esattamente vera
o è vera ma non è ancora esattamente al suo posto
dalle guerre contro il disordine
dalle sirene notte e giorno
dai fuochi dei senzatetto
dalle ceneri dei gay
la democrazia sta arrivando negli USA.

Sta arrivando da una crepa nel muro
su un visionario diluvio d’alcol
dallo sconvolgente resoconto
del Sermone della Montagna
che non pretendo affatto di capire
sta venendo dal silenzio
sulla banchina della baia
dal coraggioso, dall’intrepido, dal malconcio
cuore della Chevrolet
la democrazia sta arrivando negli USA.

Sta arrivando dal dolore nelle strade
i sacri luoghi dove le razze s’incontrano
dalle baruffe omicide
che hanno luogo in ogni cucina
per determinare chi serve e mangia
dai pozzi della delusione
dove le donne s’inginocchiano a pregare
per la Grazia del Signore in questo deserto
e nel deserto lontano
la democrazia sta arrivando negli USA.

Veleggia, veleggia
o possente Nave dello Stato
verso i lidi del Bisogno
oltre le Scogliere della Cupidigia
attraverso le Bufere dell’Odio
veleggia, veleggia, veleggia…

Sta arrivando prima in America
culla del meglio e del peggio
è qui che hanno tutto e il suo contrario
e il meccanismo per i cambiamenti
ed è qui che hanno provato la sete spirituale
è qui che la famiglia si è spezzata
ed è qui che i malinconici sostengono
che il cuore deve aprirsi
in un modo fondamentale
la democrazia sta arrivando negli USA.

Sta arrivando dalle donne e dagli uomini
oh, piccola, faremo l’amore ancora
ci spingeremo così in profondità
che il fiume prenderà a piangere
e la montagna griderà Così sia!
Sta arrivando come la marea del diluvio
sotto l’influenza della luna
imperiale, misteriosa
in amoroso assetto
la democrazia sta arrivando negli USA.

Veleggia, veleggia
o possente Nave dello Stato!
Verso i lidi del Bisogno
oltre le Scogliere della Cupidigia
attraverso le Bufere dell’Odio
veleggia, veleggia, veleggia…

Sono un sentimentale, se capisci cosa intendo
amo il paese ma non sopporto la scena
e non sono di destra né di sinistra
e questa notte rimarrò a casa mia
a perdermi in quel piccolo schermo senza speranze
ma io sono resistente come quei sacchi dell’immondizia
che il Tempo non riesce a deperire
sono roba vecchia ma alzo ancora
questo piccolo mazzo di fiori
la democrazia sta arrivando negli USA”.

(Traduzione a cura di Massimo Cotto, tratta da “Leonard Cohen, Canzoni in una stanza – Tutti i testi”, Arcana Editrice, Milano 1993)

—————————————————-

Leonard Cohen, Democracy – 7:13
(Leonard Cohen)
Album: The future (1992)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Leonard Cohen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-