—————————————————-

“Well, I got a girl that’s so good to me
(oh, little Liza)
well, now she ain’t more than five foot three
(oh, little Liza)

Well, this little girl is so good to me
(oh, little Liza)
yeah, this little girl’s nearly half of me
(oh, little Liza)

Little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane

I got a girl, duh-duh-goo-to-duh
(oh, little Liza)
yeah, this little girl turn me upside down
(oh, little Liza)

Well, I like all little girl had
(oh, little Liza)
you know this little girl drive me to despair
(oh, little Liza)



Little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane

Yeah, I got a girl who loves me true
(oh, little Liza)
now she ain’t more than five foot two, yeah
(oh, little Liza)

You know this little girl is so good for me, yeah
(oh, little Liza)
you know this little girl’s is half of me
(oh, little Liza)

Little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane
little Liza Jane

Oh yeah, I love her
little Liza Jane
well, I’m coming back to me love
‘cause she’s driving insane”.

—————————————————-

Davie Jones and The King Bees, Liza Jane – 2:18
(Leslie Conn)
Singolo: “Liza Jane / Louie, Louie go home” (1964)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di David Bowie.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Liza Jane è un brano musicale del 1964 pubblicato come 45 giri dal gruppo Davie Jones with the King Bees, una delle prime formazioni in cui ha militato l’artista inglese David Bowie che in quel periodo usava ancora il suo vero nome. Il singolo, prima incisione ufficiale del cantante allora diciassettenne, venne pubblicato il 5 giugno con Louie, Louie Go Home, cover di Paul Revere & the Raiders, come lato B.
Nel 1964 David e la sua nuova band, i King Bees, erano alla ricerca di un manager e tentarono di coinvolgere l’industriale John Bloom, al quale il cantante disse che stava accompagnando uno dei più talentuosi e promettenti gruppi sulla scena pop. Non ottenne i soldi sperati ma ricevette un telegramma il giorno successivo in cui Bloom gli dava il numero di telefono del talent scout Leslie Conn. David fu ingaggiato per animare l’anniversario di matrimonio di Bloom. «Siamo stati un triste fallimento», ricordava, «erano tutti in abito da sera e noi ci siamo presentati in jeans e felpa e abbiamo suonato il nostro solito tipo di rhythm and blues. Non è andata troppo bene». Comunque la musica rozza che suonarono piacque al nuovo manager il quale organizzò un provino con la Decca Records che fruttò un contratto e la pubblicazione di Liza Jane.
Leslie Conn fu indicato, non senza controversie, come autore della canzone. «Era un vecchio spiritual che suonavamo in giro…» disse in seguito George Underwood, componente dei King Bees e amico d’infanzia di Bowie, «…non so come sia riuscito a metterci il suo nome». Successivamente Conn ha dichiarato: «Avevo l’abitudine di scrivere canzoni ma resta il fatto che non so scrivere la musica e non suono il pianoforte. I ragazzi stavano elaborando alcune idee per una canzone e se ne vennero fuori con un blues al quale ho aggiunto la mia idea. Abbiamo unito le due cose ed è venuta fuori la canzone». In effetti lo spiritual originale venne trasformato in uno scatenato R&B che aveva molto in comune con un’altra cover, quella del 1956 di Huey Smith intitolata Little Liza Jane (a sua volta ispirata allo standard americano Li’l Liza Jane del 1910), e che rivelava anche l’influenza esercitata su Bowie dai Rolling Stones, che a loro volta si rifacevano molto al blues elettrico americano.
Entrambi i brani del 45 giri vennero registrati nel corso di una sessione di sette ore agli studi Decca di West Hampstead, nei quali pochi mesi prima David aveva sostenuto una sfortunata audizione con i Kon-rads. Nei crediti, accanto al nome di Conn si legge “Musical Direction and Production”, nonostante in sala fosse presente il produttore Glyn Jones. Il singolo fu pubblicato il 5 giugno dalla Vocalion Pop, sussidiaria della Decca specializzata in jazz e R&B, e nello stesso mese Liza Jane fu eseguita in tre trasmissioni televisive: Juke Boxe Jury, prima apparizione televisiva di Bowie in cui il brano ottenne buone critiche dal cantante e attore inglese Charlie Drake, e The Beat Room, entrambe della BBC, e Ready Steady Go! di ITV. L’esposizione televisiva e l’appoggio di Drake non si rivelarono tuttavia sufficienti a evitare il flop del 45 giri che vendette pochissime delle 3500 copie stampate. Conn e Bowie si separarono, il sodalizio con i King Bees cominciò a scricchiolare e ad agosto il cantante era già a capo del suo nuovo gruppo, i Manish Boys, col quale continuò ad eseguire dal vivo Liza Jane.
Il 6 giugno 2004, il giorno dopo il 40º anniversario della sua uscita, Bowie ha cantato la prima strofa e il ritornello di Liza Jane (in uno stile simile al Delta blues di John Lee Hooker e Lead Belly) al PNC Bank Arts Center di Holmdel Township, New Jersey, definendo la canzone “assolutamente terribile” e “straziante” (dopodiché ha esclamato: «grazie a Dio non dovrò rifarla per altri 40 anni…»).

(Wikipedia, voce Liza Jane)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arianna Russo
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-