—————————————————-

“On a warm summer’s evenin’
on a train bound for nowhere
I met up with the gambler
we were both too tired to sleep
so we took turns a-starin’
out the window at the darkness
the boredom overtook us
and he began to speak

He said, “Son, I’ve made a life
out of readin’ people’s faces
knowin’ what the cards were
by the way they held their eyes
so if you don’t mind my sayin’
I can see you’re out of aces
for a taste of your whiskey
I’ll give you some advice”

So I handed him my bottle
and he drank down my last swallow
then he bummed a cigarette
and asked me for a light
and the night got deathly quiet
and his face lost all expression
he said, “If you’re gonna play the game, boy
you gotta learn to play it right

You’ve got to know when to hold ‘em
know when to fold ‘em
know when to walk away
and know when to run
you never count your money
when you’re sittin’ at the table
there’ll be time enough for counting
when the dealin’s done

Every gambler knows
that the secret to survivin’
is knowin’ what to throw away
and knowin’ what to keep
‘cause every hand’s a winner
and every hand’s a loser
and the best that you can hope for is to die
in your sleep

And when he finished speakin’
he turned back toward the window
crushed out his cigarette
and faded off to sleep
and somewhere in the darkness
the gambler he broke even
but in his final words
I found an ace that I could keep

You’ve got to know when to hold ‘em
know when to fold ‘em
know when to walk away
and know when to run
you never count your money
when you’re sittin’ at the table
yhere’ll be time enough for countin’
when the dealin’s done

You’ve got to know when to hold ‘em (when to hold ‘em)
know when to fold ‘em (when to fold ‘em)
know when to walk away
and know when to run
you never count your money
when you’re sittin’ at the table
there’ll be time enough for countin’
when the dealin’s done

You’ve got to know when to hold ‘em
know when to fold ‘em
know when to walk away
and know when to run
you never count your money
when you’re sittin’ at the table
there’ll be time enough for countin’
when the dealin’s done”.

—————————————————-

Traduzione.

“Una calda sera d’estate
su un treno diretto verso il nulla
incontrai il giocatore
eravamo tutti e due troppo stanchi per dormire
così facemmo a turno
a guardare il buio dal finestrino
ma sopraffatto dalla noia
lui cominciò a parlare.

Disse: “Figliolo, mi sono guadagnato da vivere
leggendo la faccia della gente
intuendo che carte avevano in mano
da come muovevano gli occhi
quindi, se non ti offendi
vedo che te la stai passando male
in cambio di un po’ del tuo whiskey
ti darò qualche consiglio”.

Così gli allungai la bottiglia
e lui si scolò l’ultimo goccio
poi tirò fuori una sigaretta
e mi chiese da accendere
la notte divenne mortalmente silenziosa
e il suo viso perse ogni espressione
disse: “Se vuoi giocare, ragazzo
devi imparare a giocare bene

Devi sapere quando “stare”
e sapere quando “lasciare”
sapere quando andartene
e sapere quando scappare
non contare mai i tuoi soldi
mentre sei seduto al tavolo
avrai sempre tempo di contarli
alla fine dei giochi.

Ogni giocatore sa
che il segreto per sopravvivere
è sapere cosa scartare
e cosa tenere
perché ogni mano può essere vincente
e ogni mano può farti perdere
e il meglio che puoi sperare di avere
è di morire nel tuo letto”.

E quando ebbe finito di parlare
si girò verso il finestrino
spense la sigaretta
e scivolò nel sonno
e da qualche parte, nell’oscurità
il giocatore pareggiò il conto
ma nelle sue ultime parole
ho trovato un asso nella manica.

Devi sapere quando “stare”
e sapere quando “lasciare”
sapere quando andartene
e sapere quando scappare
non contare mai i tuoi soldi
mentre sei seduto al tavolo
avrai sempre tempo di contarli
alla fine dei giochi.

Devi sapere quando “stare” (quando “stare”)
e sapere quando “lasciare” (quando “lasciare”)
sapere quando andartene
e sapere quando scappare
non contare mai i tuoi soldi
mentre sei seduto al tavolo
avrai sempre tempo di contarli
alla fine dei giochi.

Devi sapere quando “stare”
e sapere quando “lasciare”
sapere quando andartene
e sapere quando scappare
non contare mai i tuoi soldi
mentre sei seduto al tavolo
avrai sempre tempo di contarli
alla fine dei giochi”.

(Traduzione a cura di Peppo Anselmi)

—————————————————-

Kenny Rogers, The gambler – 3:32
(Don Schlitz)
Album: The gambler (1978)
Singolo: “The gambler / Momma’s waiting” (1978)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Peppo Anselmi
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-