“Zambita para que canten
los humildes de mis pagos
si hay que esperar la esperanza
más vale esperar cantando

Nacida de los boliches
donde el grito alza su llama
su canción de largas lunas
sabe la siembra y el agua

Como un canto de la tierra
hay que cantar esta zamba
hermana de los humildes
sembradores de esperanza
alzada raíz de sangre
del fondo de la guitarra

Mi pueblo la canta siempre
como si fuera una ausencia
la cara hundida en el pecho
hasta mirarse la pena

Un corazón de camino
desde su canto regresa
a despertar el destino
que el pueblo en su pecho lleva”.

—————————————————-

Mercedes Sosa, Zamba de los humildes – 3:21
(Oscar Matus, Armando Tejada Gómez)
Album: La voz de la zafra (1962)
Album: Para cantarle a mi gente (1967)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Mercedes Sosa.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-