“Ahora eres
la cuna de la paz
y del trabajo
cuando yo te habité
eras puros tacuruses

Monte sin flor
indiada y toldería
campos de espinas
amargura, cruces.

Sangre de mi gente
tu horizonte maduro
gringos te abonaron
con su piel y su sudor

Déjame decir
lo que yo te di
déjame que cuente
de este Chaco que hice yo

Yo te trabajé
hice de tu piel
una sombra nueva

Yo te di algodón
hijos te brindé
rostros de cosecha

Chaco montaraz
toba redomón
fui mujer entera

Tu tierra vacante
fue una cuna grande
Áspera y materna

Tu esterilidad
yo la fecundé
cada luna nueva

Y dándote vida
me he sentido yo
bien gringa y también chaqueña”.

—————————————————-

Mercedes Sosa, Gringa chaqueña – 4:52
(Félix Luna, Ariel Ramírez)
Album: Mujeres argentinas (1969)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Mercedes Sosa.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-