—————————————————-

“He was my brother
five years older than I
he was my brother
twenty-three years old the day he died

Freedom writer
they cursed my brother to his face
go home outsider
this town’s gonna be your buryin’ place

He was singin’ on his knees
an angry mob trailed along
they shot my brother dead
because he hated what was wrong

He was my brother
tears can’t bring him back to me
he was my brother
and he died so his brothers could be free
he died so his brothers could be free”.

—————————————————-

Traduzione.

“Era mio fratello
cinque anni più grande di me
era mio fratello
aveva ventitré anni il giorno che morì

Creatore di libertà
lo insultarono in faccia, mio fratello
“Vattene a casa, intruso
o questa città diventerà la tua tomba”

Stava cantando in ginocchio
mentre una marmaglia arrabbiata gli stava attorno
gli spararono e lo ammazzarono
perché odiava l’ingiustizia

Era mio fratello
e le lacrime non possono riportarmelo
era mio fratello
ed è morto perché i suoi fratelli fossero liberi
è morto perché i suoi fratelli fossero liberi”.

(Traduzione a cura di Riccardo Venturi, pubblicato sul sito Canzoni contro la guerra)

—————————————————-

Simon and Garfunkel, He was my brother – 2:48
(Paul Kane, pseudonimo di Paul Simon)
Album: Wednesday Morning, 3 A.M. (1964)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate a personaggi storici (o solo famosi) di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Simon and Garfunkel.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Si crede generalmente che Paul Simon abbia scritto questa canzone in memoria di Andrew Goodman. Non è esattamente così. In realtà Simon Scrisse la canzone prima dei fatti, mentre si trovava in Inghilterra. Fu soltanto dopo la morte di Goodman che gliela dedicò, modificando forse qualche verso in modo da alludere alla sua morte. Andrew Goodman era l’attivista per i diritti civili assassinato assieme a Mickey Schwerner e James Chaney a Meridian, nel Mississippi, il 21 giugno 1964. Goodman e Schwerner si erano recati là nell’ambito della “Freedom Summer”, la campagna per estendere il dititto di voto alle persone di colore in quello stato. Tutti e tre furono prima arrestati, poi assassinati dal Ku-Klux-Klan. E’ il soggetto del famoso film di Alan Parker, Mississippi Burning, interpretato da Gene Hackman e Willem Dafoe. Per l’omicidio dei tre attivisti, nel 2004, 41 anni dopo, è stato arrestato Edgar Ray Killen (nato nel 1925) e condannato a 60 anni di carcere”.

(dal sito Canzoni contro la guerra)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-