—————————————————-

“Paese di terra terra di cani
paese di terra e di polvere
paese di pecore e pescecani
e fuoco sotto la cenere
dentro le stanze del Potere
l’Autorità va a tavola con l’Anarchia
mentre il ritratto della Verità si sta squagliando
e la vernice va via
e il pubblico spera che tutto ritorni com’era
che sia solo un fatto di tecnologia
e sotto gli occhi della Fraternità
la Libertà con un chiodo tortura la Democrazia

Paese di terra terra di fumo
paese di figli di donne di strada
e dove se rubi non muore nessuno
e dove il crimine paga
c’è un segno di gesso per terra
e la gente che sta a guardare
qualcuno che accusa qualcuno
però lo ha visto solamente passare
e nessuno ricorda la faccia del boia
è un ricordo spiacevole
e resta soltanto quel segno di gesso per terra
però non c’è nessun colpevole

Paese di zucchero, terra di miele
paese di terra di acqua e di grano
paese di crescita in tempo reale
e piani urbanistici sotto al vulcano
paese di ricchi e di esuberi
e tasse pagate dai poveri
e pane che cresce sugli alberi
e macchine in fila nel sole
paese di banche, di treni di aerei di navi
che esplodono ancora in cerca d’autore
paese di uomini tutti d’un pezzo
che tutti hanno un prezzo
e niente c’ha valore

Paese di terra terra di sale
e valle senza più lacrime
giardino d’Europa, stella e stivale
papaveri e vipere e papere
dov’è finita la tua dolcezza famosa tanto tempo fa
è chiusa a chiave dentro la tristezza
dei buchi neri delle tue città
chissà se davvero esisteva una volta
o se era una favola
o se tornerà
e però se potessi rinascere ancora
preferirei non rinascere qua”.

—————————————————-

Francesco De Gregori, Tempo reale – 5:15
(Francesco De Gregori)
Album: Pezzi (2005)

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco De Gregori.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Altro impietoso ritratto dell’Italia del 2000, che termina con “se potessi rinascere ancora… Preferirei non rinascere qua“.

(Wikipedia, voce Pezzi (Francesco De Gregori))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-