Neil Diamond – I am… I said (testo)

————————————————

“L.A.’s fine, the sun shines most the time
and the feeling is ‘lay back’
palm trees grow, and rents are low
but you know I keep thinkin’ about
making my way back

Well I’m New York City born and raised
but nowadays, I’m lost between two shores
L.A.’s fine, but it ain’t home
New York’s home, but it ain’t mine no more

“I am,” I said
to no one there
an no one heard at all
not even the chair
“I am,” I cried
“I am,” said I
and I am lost
and I can’t even say why
leavin’ me lonely still

Did you ever read about a frog
who dreamed of bein’ a king
and then became one
well except for the names
and a few other changes
I you talk about me
the story’s the same one

But I got an emptiness deep inside
and I’ve tried, but it won’t let me go
and I’m not a man who likes to swear
but I never cared for the sound of being alone


“I am,” I said
to no one there
and no one heard at all
not even the chair
“I am,” I cried
“I am,” said I
and I am lost
and I can’t even say why
leavin’ me lonely still”.

————————————————

Neil Diamond, I am… I said – 3:32
(Neil Diamond)
Album: Stones (1971)
Singolo: “I am… I said / Done too soon” (1971)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Significato e citazioni.

I am… I Said è una canzone scritta ed incisa da Neil Diamond. Pubblicato come singolo il 15 marzo 1971, ebbe un discreto successo, all’inizio scalando lentamente le classifiche, poi salendo più rapidamente al numero 4 nella classifica dei singoli pop statunitensi nel maggio 1971. Andò allo stesso modo attraverso l’Atlantico, raggiungendo anche la posizione numero 4 nella classifica dei singoli pop del Regno Unito.
“I am… I Said”, che ha richiesto a Diamond quattro mesi per essere composta, è uno dei suoi sforzi più intensamente personali, facendo riferimento sia a Los Angeles che a New York City. Diamond ha detto alla rivista Mojo nel luglio 2008 che la canzone proveniva da un periodo trascorso in terapia a Los Angeles: “Era consapevolmente un tentativo da parte mia di esprimere ciò che i miei sogni riguardavano, quali erano le mie aspirazioni e di cosa mi occupavo. E senza alcun dubbio, è venuto dalle mie sessioni con l’analista”.
Nello stesso mese, disse a Q che la canzone è stata scritta “per trovare [lui] se stesso” e ha aggiunto: “È una cosa difficile per me riconciliarmi con me stesso dopo aver cantato quella canzone”. Ma Diamond ha anche dato un’altra ispirazione per questa canzone: un provino senza successo per un film sulla vita e la morte del comico Lenny Bruce. L’autore David Wild ha intervistato Diamond per un libro del 2008 e ha discusso di come i suoi sforzi per canalizzare Lenny Bruce abbiano evocato emozioni così intense che lo hanno portato a trascorrere un po ‘di tempo in terapia.
L’opinione critica su “I Am… I Said” è stato generalmente positiva, con Rolling Stone che ha definito il suo testo eccellente in una recensione del 1972, mentre The New Yorker lo ha usato per esemplificare l’opacità del songwriting di Diamond in una retrospettiva del 2006. Cash Box ha descritto la canzone come “eccellente produzione e performance”. Un profilo diamond del 2008 sul Daily Telegraph si riferiva semplicemente alla “furiosa angoscia esistenziale” della canzone, e Allmusic la definisce “un’appassionata dichiarazione di tumulto emotivo … molto in sintonia con il movimento confessionale dei cantautori dell’epoca”.
La canzone non era priva di detrattori, tuttavia. L’umorista Dave Barry ha detto: “Considerate la canzone ‘I Am, I Said‘, in cui Neil, con grande emozione, canta: ‘Io sono, ho detto, a nessuno lì. E nessuno ha sentito affatto, nemmeno la sedia”. Che tipo di testo è? Neil ci sta dicendo che è sorpreso che la sedia non lo abbia sentito? Forse si aspettava che la sedia dicesse: ‘Wow, l’ho sentito!’ La mia ipotesi è che Neil fosse davvero disperato nel trovare qualcosa che facesse rima con “lì” e aveva già rifiutato “Così ho mangiato una pera”, “Come Smokey The Bear” e “C’erano lendini nei miei capelli”.
La canzone ha fatto guadagnare a Diamond la sua prima nomination ai Grammy Awards, come Best Pop Vocal Performance, Male”.

(Wikipedia, voce I Am… I Said)

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *