—————————————————-

“Calipso, colei che nasconde
tra i cristalli di luce
e il labirinto di ombre

Nel suo giardino d’incanto
non cambia mai stagione
è cinto intorno e la chiave
è nell’ombelico del mare

Rivestitelo ancelle
imbalsamatelo belle
qui la corsa è finita
qui si è incantata la vita

Il vino e l’amore e poi ancora l’amore
il vino e l’amore e l’amore ancora
il tuo abbraccio d’ambrosia
mi ha tolto alla strada
mi ha tolto alla strada e la strada dov’è?

Calipso, una stagione sola
nel luccicare del sole
senza vecchiezza e morte
senza più sete e fame
un velo di piacere e sonno
mi ha nascosto al mondo
fermati e non ti agitare
ti puoi attardare, ti puoi attardare

Nel quadro degli amanti nudi e crudi
gli amanti ruotano come lancette
nel talamo del letto

Eccoli gli amanti nudi e crudi
e il tempo non passa
il tuo abbraccio d’ambrosia
mi ha tolto alla strada
alla notte, alla morte, al freddo e al dolore
mi ha tolto alla strada e la strada dov’è?

Bloccato qui, solo su uno scoglio
piango la mia anima ospite
il mare è una cintura di spine
che cinge la vita del giorno
che cinge il ritorno

Preferisco tornare allo sforzo e al dolore
tornare a penare
e indietro lasciare
il riparo accudito dal bene di un Dio
di un paradiso che non è il mio

Sembrava eterno
presente, ma è già dietro le spalle
però domani…

Per oggi ancora un poco di Calipso
mi ha già ripreso l’incanto
solo di giorno è il pianto
la notte scioglie le ore
partita anche l’ultima nave
nessuno mi può più trovare
nessuno mi può più trovare”.

—————————————————-

Vinicio Capossela, Calipso – 5:02
(Vinicio Capossela)
Album: Marinai, profeti e balene (2011)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate ai personaggi letterari o di fantasia di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna Canzoni ispirate da poesie o da opere letterarie di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Vinicio Capossela.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

“Secondo il racconto dell’Odissea di Omero Calipso era figlia di Atlante e viveva sull’isola di Ogigia, che gli autori pongono nell’Occidente Mediterraneo e che è simile alla penisola di Ceuta, di fronte a Gibilterra ma anche una grotta in riva al mare, nell’isola di Gozo, viene indicata come la dimora di Calipso. Un giorno Ulisse, scampato al vortice di Cariddi, approdò sull’isola e Calipso se ne innamorò. L’Odissea racconta come ella lo amò e lo tenne con sé, secondo Omero, per sette anni (secondo lo Pseudo-Apollodoro cinque e secondo Igino solo uno) offrendogli invano l’immortalità, che l’eroe insistentemente rifiutava. Ulisse conservava in fondo al cuore il desiderio di tornare ad Itaca, e non si lasciò sedurre.
Calipso abitava in una grotta profonda, con molte sale, che si apriva su giardini naturali, un bosco sacro con grandi alberi e sorgenti che scorrevano attraverso l’erba. Ella passava il tempo a filare, tessere, con le schiave, anch’esse ninfe, che cantavano mentre lavoravano. Le lacrime di Ulisse vennero accolte da Atena, la quale, dispiaciuta per il suo protetto, chiese a Zeus di intervenire. Il dio allora mandò Ermes per convincere Calipso a lasciarlo partire e lei a malincuore acconsentì. Gli diede legname per costruirsi una zattera, e provviste per il viaggio. Gli indicò anche su quali astri regolare la navigazione.
Le leggende posteriori all’Odissea attribuiscono a Ulisse e Calipso un figlio, chiamato Latino, più spesso considerato come figlio di Circe; talvolta, si racconta ch’essi avessero avuto due figli, Nausitoo e Nausinoo, i cui nomi ricordano la nave. Infine si attribuisce loro come figlio anche Ausone, l’eponimo dell’Ausonia”.

(da Wikipedia, voce Calipso)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-