—————————————————-

“Sebbene sia bianco il signore degli elefanti bianchi
che i barbari Pegu pongono sopra a ogni cosa
e bianche le pietre che i pagani antichi donavano
in segno di gioia, per un giorno felice

Bianche cose nobili e commoventi
come i veli di sposa
l’innocenza, la purezza, la benignità dell’età

Sebbene abiti bianchi vengano dati ai redenti
davanti a un trono bianco
dove il santissimo siede, bianco come la lana

Sebbene sia associato a quanto di più dolce
onorevole e sublime
la bianchezza della balena
niente è più terribile di questo colore
una volta separato dal bene
una volta accompagnato al terrore

La bianchezza dello squalo bianco
l’orrida fissità del suo sguardo
che demolisce il coraggio
la fioccosa bianchezza dell’albatro
nelle sue nubi di spirito
la bianchezza dell’albino bianco
e cosa atterrisce dell’aspetto dei morti
se non il pallore
bianco sudario colore?

Spettri e fantasmi immersi in nebbie di latte
il re del terrore avanza nell’apocalisse
su un cavallo pallido
e pallidi i cappucci della pentecoste
e il mare nel suo richiamo abissale
nell’antartico, bianco sconfinato cimitero
il bianco sogghigna nei suoi monumenti di ghiaccio
il pensiero del nulla si spalanca
nella profondità lattea del cielo

Bianco l’inverno bianco, la neve bianca
bianca la notte
bianca l’insonnia bianca, la morte bianca
e bianca la paura è bianca
l’universo vacuo e senza colore
ci sta davanti come un lebbroso
anche questo è la bianchezza della balena
la bianchezza della balena
capite ora la caccia feroce?
Il male abominevole
l’assenza di colore”.

—————————————————-

Vinicio Capossela, La bianchezza della balena – 4:00
(Musiche Vinicio Capossela; testo liberamente tratto da “Moby Dick”, tradotto da Cesare Pavese – Adelphi 1987)
Album: Marinai, profeti e balene (2011)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate ai personaggi letterari o di fantasia di InfinitiTesti.

Brano inserito nella rassegna Canzoni ispirate da poesie o da opere letterarie di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Vinicio Capossela.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Riferimenti.

E’ ispirato all’omonimo capitolo 42 del romanzo Moby Dick di Herman Melville (1851).

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-