—————————————————-

“You got wires, coming out of your skin
you got tears, making tracks
I got tears, that are scared of the facts

Running, down corridors through, automatic doors
got to get to you, got to see this through
I see hope is here, in a plastic box
I’ve seen Christmas lights, reflect in your eyes

You got wires, going in
you got wires, coming out of your skin
there’s dry blood, on your wrist
your dry blood on my fingertip

Running, down corridoors through, automatic doors
got to get to you, got to see this through
first night of your life, curled up on your own
looking at you now, you would never know

I see it in your eyes, I see it in your eyes
you’ll be alright
I see it in your eyes, I see it in your eyes
you’ll be alright, alright



Running, down corridors through, automatic doors
got to get to you, got to see this through
I see hope is here, in a plastic box
I’ve seen christmas lights, reflect in your eyes
down corridors, through automatic doors
got to get to you, got to see this through
first night of your life, curled up on your own
looking at you now, you would never know”.

—————————————————-

Traduzione.

“Hai fili che entrano
hai fili che escono dalla tua pelle
hai lacrime che lasciano tracce
ho lacrime spaventate dai fatti

Correndo lungo corridoi, attraverso porte automatiche
per arrivare da te, per vedere questo
vedo che la speranza è qui, in una scatola di plastica
ho visto le luci di Natale riflettersi nei tuoi occhi

Hai fili che entrano
hai fili che escono dalla tua pelle
c’è sangue secco sul tuo polso
il tuo sangue secco sulla punta del mio dito

Correndo lungo corridoi, attraverso porte automatiche
per arrivare da te, per vedere questo
la prima notte della tua vita, rannicchiata su te stessa
guardandoti adesso, so che non lo saprai mai

Lo vedo nei tuoi occhi, lo vedo nei tuoi occhi
starai bene
lo vedo nei tuoi occhi, lo vedo nei tuoi occhi
starai bene, bene

Correndo lungo corridoi, attraverso porte automatiche
devo prenderti, devo vederlo attraverso
vedo che la speranza è qui, in una scatola di plastica
ho visto le luci di Natale riflettersi nei tuoi occhi
lungo corridoi, attraverso porte automatiche
la prima notte della tua vita, rannicchiata su te stessa
guardandoti adesso, so che non lo saprai mai”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Athlete, Wires – 4:11
Album: Tourist (2005)
Album: The acoustic album (2006, raccolta) (AA.VV.)
Singolo: “Wires” (2005)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Elisa
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-