“Vedi cara, è difficile spiegare
è difficile parlare
dei fantasmi di una mente.

Vedi cara, tutto quel che posso dire
è che cambio un po’ ogni giorno
e che sono differente.

Vedi cara, certe volte sono in cielo
come un aquilone al vento
che poi a terra ricadrà.

Vedi cara, è difficile spiegare
è difficile capire
se non hai capito già.

Vedi cara, certe crisi son soltanto
segno di qualcosa dentro
che sta urlando per uscire.

Vedi cara, certi giorni sono un anno
certe frasi sono un niente
che non serve più sentire.

Vedi cara, le stagioni ed i sorrisi
son denari che van spesi
con dovuta proprietà.

Vedi cara, è difficile spiegare
è difficile capire
se non hai capito già.

Non capisci quando cerco in una sera
un mistero d’atmosfera
che è difficile afferrare.

Quando rido senza muovere il mio viso
quando piango senza un grido
quando invece vorrei urlare.

Quando sogno dietro a frasi di canzoni
dietro a libri e ad aquiloni
dietro a ciò che non sarà.

Vedi cara, è difficile spiegare
è difficile capire
se non hai capito già.

Non rimpiango tutto quello che mi hai dato
che son io che l’ho creato
e potrei rifarlo ora.

Anche se tutto il mio tempo con te
non dimentico perché
questo tempo dura ancora.

Non cercare in un viso la ragione
in un nome la passione
che lontano ora mi fa.

Vedi cara, è difficile spiegare
è difficile capire
se non hai capito già.

Tu sei molto anche non sei abbastanza
e non vedi la distanza
che è fra i miei pensieri e i tuoi.

Tu sei tutto, ma quel tutto è ancora poco
tu sei paga del tuo gioco
ed hai già quello che vuoi.

Io cerco ancora, e così non spaventarti
quando senti allontanarmi
fugge il sogno, io resto qua.

Sii contenta della parte che tu hai
ti do quello che mi dai
chi ha la colpa non si sa.

Cerca dentro per capir quello che sento
per sentir che ciò che cerco
non è il nuovo, libertà

Vedi cara è difficile spiegare
è difficile capire
se non hai capito già”.

—————————————————-

Francesco Guccini, Vedi cara – 4:58
(Francesco Guccini)
Album: Due anni dopo (1970)

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco Guccini.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“Canzone suggestiva e profondissima in cui la crisi del rapporto con la futura moglie Roberta – in seguito alla quale ed all’innamoramento per una sua allieva americana, Eloise Dunn (alla quale anni dopo dedicherà 100, Pennsylvania, ave), Guccini lascerà per sei mesi l’Italia (e Roberta) per gli Stati Uniti – è il pretesto per un viaggio introspettivo che ci parla delle gioie taciute e delle lacrime trattenute, della necessità di crescita interiore dell’autore che contrasta con il soddisfacimento per la propria condizione della compagna, che scambia le sue ansie per sintomi di tradimento perpetrato o desiderato (“Non cercare in un viso la ragione, in un nome la passione che lontano ora mi fa”)”.

(Wikipedia, voce Due anni dopo)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-