—————————————————-

Monchy:
Fue imposible sacar tu recuerdo
de mi mente
fue imposible olvidar que algun dia
yo te quice

Alexandra:
Tanto tiempo pasó desde el dia
que te fuiste
ahi yo supe que las despedidas
son muy tristes
Nunca me imagine que un tren
se llevara en su viaje
aquellas ilusiones que de niños nos juramos
todos tus sentimientos
los guardaste en tu equipaje
quiciste consolarme y me dijiste yo te amo

Desde entonces no supe
que seria de tu vida
desde entonces no supe
si algun dia regresabas
los amigos del pueblo preguntabas si volvias
llorando di la espalda no
les pude decir nada

Monchy:
Ayer que regresé a mi pueblo
aguien me dijo que ya te casaste
mirame y dime si ya me olvidaste
me marcharé con los ojos aguados

Despues le pregunté a la luna
me dio la espalda e intento ocultarse
hasta la luna sabe que me amaste
hasta la luna sabe que aun me amas



Monchy:
Y vuela vuela por otro rumbo
ve y sueña sueña que el mundo es tuyo
Alejandra:
Tu ya no puedes soñar conmigo
aunque mis sueños se iran contigo

Alejandra:
Es tan triste tener que decirte que me olvides
otro amor ha llegado a mi vida
y no te quiero

Monchy:
Es muy tarde no puedo negarte que me muero
pero no callaran mis palabras pa’ decirte
que soñaré contigo siempre
que cierre mis ojos
que entonaré por ti
mis cantos tristes noche a noche
que lloraré sin ti
cuando recuerde que estoy solo
y al recordar que duermes
en los brazos de otro hombre

Me pregunto si aun
reflejas algo de mi vida
si en tu memoria vive
aquel amor de tantos años
aquel hombre que siempre
te ha querido desde niña
que llora porque el amor de su vida
se ha casado

Alejandra:
Es triste ver que un tren se aleja
y en el se va
lo mejor de tu vida
dime el motivo de tu despedida
Por que te fuiste dejando mil penas?

Un dia recibi tu carta
quice leerla y era una hoja en blanco
pues de tu vida nunca supe nada
como preguntas
que si aun te amo”.

—————————————————-

Traduzione.

Monchy:
Fu impossibile cacciare
il tuo ricordo dalla mia mente
fu impossibile dimenticare
che un giorno io lo feci

Alejandra:
Tanto tempo passò dal giorno
che andasti via
lì io seppi che gli addii
sono molto tristi
mai immaginai che un treno
si portasse nel suo viaggio
quelle illusioni che ci giurammo da bambini
tutti i tuoi sentimenti
li conservasti nel tuo bagaglio
provasti a consolarmi e mi dicesti io ti amo

Da allora non ho più saputo
che è successo nella tua vita
Da allora non ho più saputo
se un giorno saresti tornato
gli amici del paese domandavano se tornavi
piangendo mi giravo
non potendo dir loro niente

Monchy:
Ieri sono tornato al mio paese
qualcuno mi ha detto che ti eri già sposata
guardami e dimmi se mi hai già dimenticato
andrò via con gli occhi in lacrime

Mi rivolsi anche alla luna
che mi voltò le spalle per nascondersi
fino alla luna sanno che mi amasti
fino alla luna sanno che ancora mi ami

Monchy:
E vola vola per un’altra rotta
vedi e sogna sogna che il mondo è tuo
Alejandra:
Oramai tu non puoi sognarmi
benché i miei sogni vanno via con te

Alejandra:
È tanto triste doverti dire dimenticami
un altro amore è arrivato alla mia vita
e non ti voglio

Monchy:
È molto tardi non posso negarti che muoio
ma non si fermeranno le mie parole per dirti
che ti sognerò purché
chiuda i miei occhi
che intonerò per te
i miei canti tristi notte a notte
che piangerò senza te
quando ricordo che sono solo
e ricordando che dormi
nelle braccia di un altro uomo

Mi domando se nonostante tutto
ripensi a qualcosa della mia vita
se nella tua memoria vive
quel amore di tanti anni
quel uomo che sin da bambina
ti ha sempre amato
che piange perché l’amore della sua vita
si è sposato

Alejandra:
È triste vedere che un treno si allontana
e con lui se ne va la
cosa migliore della tua vita
dimmi il motivo del tuo addio
perché andasti via lasciando mille pene?

Un giorno ho ricevuto la tua lettera
volevo leggerla ed era una foglio in bianco
perché della tua vita non ho saputo mai niente
come puoi domandarmi
se nonostante tutto ti amo”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd)

—————————————————-

Monchy & Alexandra, Hoja en blanco – 5:08
Album: Hoja en blanco (2001)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Elisa e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-