—————————————————-

“Dammi il tuo amore
non chiedermi niente
dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia
anche quando via
tu sei l’unica donna per me

quando il sole del mattino mi sveglia
tu non vuoi lasciarmi andare via
il tempo passa in fretta
quando siamo insieme noi
è triste aprire quella porta
io resterò se vuoi, io resterò se vuoi

Dammi il tuo amore
non chiedermi niente
dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia
anche quando vado via
tu sei l’unica donna per me

Quando il sole del mattino mi sveglia
tu non vuoi lasciarmi andare via
il tempo passa in fretta
quando siamo insieme noi
è triste aprire quella porta
io resterò se vuoi, io resterò se vuoi

Sei proprio tu l’unica donna per me
il resto non conta se io sono con te
non voglio andar via
se ti perdo non ho
più nessuna ragione per vivere

Dammi il tuo amore
non chiedermi niente
dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia
anche quando vado via
tu sei l’unica donna per me

Dammi il tuo amore
non chiedermi niente
dimmi che hai bisogno di me
tu sei sempre mia
anche quando vado via
tu sei l’unica donna per me”.

—————————————————-

Alan Sorrenti, Tu sei l’unica donna per me – 3:44
(Alan Sorrenti)
Album: L.A. & N.Y. (1979)
Singolo: “Tu sei l’unica donna per me / All day in love” (1979)
Singolo: “Tu sei l’unica donna per me / Tell me you love me” (1979)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Tu sei l’unica donna per me è una canzone pop, scritta ed incisa nel 1979 dal cantautore napoletano Alan Sorrenti e facente parte dell’album L.A. & N.Y., nonché canzone vincitrice del Festivalbar di quell’anno. Il disco, uscito in Italia su etichetta EMI/Edizioni Ala Bianca e prodotto da Jay Graydon, rappresentò un grande successo dell’estate di quell’anno: in Italia, risultò il singolo più venduto dell’anno, rimase in vetta alla classifica praticamente per tutta la durata della stagione (per 14 settimane consecutive, dal 23 giugno al 22 settembre) e nella “Top Ten” per ben 22 settimane consecutive (dal 16 giugno al 10 novembre 1979). Oltre all’incisione originale di Alan Sorrenti, il brano ha avuto numerose cover, tra cui quella del 2009 di Gianni Morandi.
Il disco uscì in Italia il 1º giugno 1979 ed entrò per la prima volta nella “Top Ten” italiana il 16 giugno, piazzandosi al 5º posto. Già la settimana successiva, il disco balzò già al primo posto della hit parade italiana, davanti a Knock on Wood di Amii Stewart e a Il carrozzone di Renato Zero. Vi rimase fino al 22 settembre. La settimana successiva (16^ consecutiva nella “Top Ten”), dopo 14 settimane consecutive al vertice, fu “scalzato” da Soli di Adriano Celentano, scendendo al 2º posto. Scese quindi al 5º posto il 20 ottobre, al 7° il 27 ottobre e all’8° il 3 novembre. Fu per l’ultima volta nella “Top Ten” il 10 novembre, quando figurava al 9º posto. Il testo è una dichiarazione d’amore di un uomo per la sua donna: dice che lei è l’unica sua ragione di vita e non le chiede nient’altro che essere ricambiato. E il sentimento è reciproco: lei infatti, ogni mattino, non vorrebbe mai che lui debba andarsene”.

(Wikipedia, voce Tu sei l’unica donna per me)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-