—————————————————-

“Figlio con quali occhi
con quali occhi ti devo vedere
coi pantaloni consumati al sedere
e queste scarpe nuove nuove
figlio senza domani
con questo sguardo di animale in fuga
e queste lacrime sul bagnasciuga
che non ne vogliono sapere.

Figlio con un piede ancora in terra
e l’altro già nel mare
e una giacchetta per coprirti
e un berretto per salutare
e i soldi chiusi dentro la cintura
che nessuno te li può strappare
la gente oggi non ha più paura
nemmeno di rubare.

Ma mamma a me mi rubano la vita
quando mi mettono a faticare
per pochi dollari nelle caldaie
sotto al livello del mare
in questa nera nera nave che mi dicono
che non può affondare
in questa nera nera nave che mi dicono
che non può affondare.

Figlio con quali occhi
e quale pena dentro al cuore
adesso che la nave se ne è andata
e sta tornando il rimorchiatore
figlio senza catene
senza camicia, così come sei nato
su questo Atlantico cattivo
figlio già dimenticato.

Figlio che avevi tutto
e che non ti mancava niente
e andrai a confondere la tua faccia
con la faccia dell’altra gente
e che ti sposerai probabilmente
in un bordello americano
e avrai dei figli da una donna strana
e che non parlano l’italiano.

Ma mamma io per dirti il vero
l’italiano non so cosa sia
e pure se attraverso il mondo
non conosco la geografia
in questa nera nera nave che mi dicono
che non può affondare
in questa nera nera nave che mi dicono
che non può affondare”.

—————————————————-

Francesco De Gregori, L’abbigliamento di un fuochista – 4:27
(Francesco De Gregori)
Album: Titanic (1982)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate agli eventi storici di InfinitiTesti.

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Francesco De Gregori.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

“È la prima canzone della trilogia del Titanic, ed è una ballata che si richiama alla tradizione popolare, raccontando una storia di emigrazione attraverso il doloroso dialogo madre-figlio sullo sfondo della tragedia; eseguita insieme a Giovanna Marini, verrà reincisa dai due nel disco in comune Il fischio del vapore. In La donna cannone De Gregori inserirà una canzone, La ragazza e la miniera, immaginando le vicende del fuochista una volta arrivato in America («Mamma chissà se valeva la pena/ fare tanta strada e arrivare qua…»)”.

(Wikipedia, voce Titanic (album Francesco De Gregori))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-