Francesco De Gregori – Il vestito del violinista (testo)

———————————————— “Era il vestito del violinista che vedevamo sventolare il giorno che passò la guerra sulle rovine della Cattedrale dietro le ombre e la polvere fino al sonno e alla fame fino all’Albergo dei Poveri sull’asfalto e il catrame

Francesco De Gregori – Finestre rotte (testo)

———————————————— “C’è gente senza cuore in giro per la città c’è gente senza cuore in giro per la città di notte bruciano persone e cose solo per vedere che effetto fa

Francesco De Gregori – Carne umana per colazione (testo)

———————————————— “Ehi, probabilmente non si deve fare però lo stanno facendo già correttamente e politicamente e poi magari diventerà qualcosa che divertirà la gente un nuovo tipo di televisione una vacanza intelligente o un campionato di liposuzione

Francesco Guccini – Al trist (testo)

———————————————— “A m sun desdèe stamatèina l’è premavéra ma a l pióv a m sun desdèe stamatèina l’é premavéira ma a I pióv a n pos purtèret fòra anch sl’lè dmanga perché a n gh’ò ménga al vsti nòv

Francesco Guccini – Il frate (testo)

———————————————— “Lo chiamavano il frate il nome di tutta una vita segno di una fede perduta di una vocazione finita lo vedevi arrivare vestito di stracci e stranezza mentre la malizia dei bimbi rideva della sua saggezza