—————————————————-

“Quando tutte le parole
sai che non ti servon più
quando sudi il tuo coraggio
per non startene laggiù
quando tiri in mezzo Dio
o il destino o chissà che
che nessuno se lo spiega
perché sia successo a te
quando tira un po’ di vento
che ci si rialza un po’
e la vita è un po’ più forte
del tuo dirle “grazie no”
quando sembra tutto fermo
la tua ruota girerà.

Sopra il giorno di dolore che uno ha…

Quando indietro non si torna
quando l’hai capito che
che la vita non è giusta
come la vorresti te
quando farsi una ragione
vorrà dire vivere
te l’han detto tutti quanti
che per loro è facile
quando batte un po’ di sole
dove ci contavi un pò
e la vita è un po’ più forte
del tuo dirle “ancora no”
quando la ferita brucia
la tua pelle si farà.

Sopra il giorno di dolore che uno ha….

Quando il cuore senza un pezzo
il suo ritmo prenderà
quando l’aria che fa il giro
i tuoi polmoni beccherà
quando questa merda intorno
sempre merda resterà
riconoscerai l’odore
perché questa è la realtà
quando la tua sveglia suona
e tu ti chiederai che ora è
che la vita è sempre forte
molto più che facile
quando sposti appena il piede
lì il tuo tempo crescerà

Sopra il giorno di dolore che uno ha…”.

—————————————————-

Ligabue, Il giorno di dolore che uno ha – 4:40
(Luciano Ligabue)
Album: Su e giù da un palco (1997, inedito)
Singolo: “Il giorno di dolore che uno ha” (1997)

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Ligabue.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Il giorno di dolore che uno ha è un brano musicale scritto da Luciano Ligabue, estratto come primo singolo dall’album live Su e giù da un palco del 1997. Ballata rock scritta per l’amico giornalista musicale Stefano Ronzani nel tentativo di stargli accanto e di incoraggiarlo a non perdere la speranza nell’ultimo periodo della sua gravissima malattia. «Stefano Ronzani si ammalò gravemente e ci fu un momento della sua malattia in cui capii che le lunghissime chiacchierate sul farsi forza, sul darsi speranza, sul combattere in qualche modo il suo male in realtà avevano perso significato… Provai allora a comunicargli questa cosa nella maniera che la fortuna o il caso o qualcuno ha deciso che, tutto sommato, con me funziona: una canzone» (Luciano Ligabue). Nel giorno del compleanno dell’amico, Ligabue gli farà recapitare in ospedale il nastro con il brano, con l’avvertenza di aprirlo per ultimo dopo gli altri regali. In risposta il cantautore avrà la conferma di aver contribuito al raggiungimento di un grande sollievo interiore e l’autorizzazione a rendere pubblica la canzone per comunicare a tutti questi sentimenti. Ronzani morirà poco dopo (1996) proprio a causa di quella forma di leucemia e non riuscirà a ricevere la notizia dell’avvenuta pubblicazione. Ligabue gli dedicherà la canzone post mortem, raccontando quanto accaduto all’interno del booklet dell’album Su e giù da un palco. Nel 2010 i Nomadi ne hanno realizzato un versione inserendola nell’album Raccontiraccolti, che contiene le loro interpretazioni di brani di altri artisti”.

(Wikipedia, voce Il giorno di dolore che uno ha)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-