—————————————————-

“Che ora è
scusa ma che ora è
che non lo posso perdere
l’ultimo spettacolo
fine del mondo in mondovisione
diretta da S. Pietro per l’occasione
la borsa sale, i valori no
Ferri batte il record di autogoal
le liste del Giudizio Universale
saranno trasmesse dai telegiornali
a reti unificate e poi sulla pagina 666
prima però su Canale 9
ci sarà il Totofestival del dolore
con la finale dei casi umani
meno meno umani che mai

I puttanieri ci diano dentro
che l’aldilà niente ciccia
(niente)
niente ma tu giri più leggero
bruciando le tue scorte di preservativi
fiorin fiorello l’amore è bello se ci sei tu

A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?

Destra sinistra su giù centro
fine del mondo con palle in giramento
che chi è fuori è fuori
e chi è dentro è dentro
e fuori TV
non sei niente
ultimo appello per i merdaioli
finitevi la merce che Milano funziona
altro girone, altro regalo
niente caramelle per i leccaculo
e il girone giusto
ok, ok

A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?
Che ora è?
Che rete è?
Che ora è?



A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?

Forse è la Milano che dà qualcosa
casa-chiesa-tele-cosa?
Serial killer, serial politici
morti in diretta e milioni i casi clinici
cazzi vostri in onda
ok, ok

A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?

A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?

A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
A che ora è la fine del mondo?
Che rete è?”.

—————————————————-

Ligabue, A che ora è la fine del mondo? – 4:28
(testo: Luciano Ligabue; musica: Mike Mills, Bill Berry, Peter Buck, Michael Stipe)
Album: A che ora è la fine del mondo? (1994)
Singolo: “A che ora è la fine del mondo?” (1994)

Cover (con testo originale di Ligabue) del brano It’s the end of the world as we know it (and I feel fine) dei R.E.M. (1987).

Per altri testi, approfondimenti e commenti, guarda la discografia completa di Ligabue.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

A che ora è la fine del mondo? è la cover in lingua italiana di un brano musicale dei R.E.M. intitolato It’s the End of the World as We Know It (And I Feel Fine) del 1987, cantata da Luciano Ligabue e inserita nell’album omonimo A che ora è la fine del mondo? del 1994. È anche il primo singolo estratto da quest’album.
Non si tratta di una traduzione del brano originale, ma Ligabue stesso racconta di aver scritto il testo in italiano mentre ascoltava e provava a suonare la versione dei R.E.M. L’ispirazione viene, per entrambe le canzoni, dalle innumerevoli telefonate che giunsero al centralino del New York Times dopo la famosa trasmissione radio di Orson Welles su La guerra dei mondi, che scatenò nel 1938 il panico negli Stati Uniti. In particolare, dalla chiamata di un uomo che chiese seriamente: A che ora è la fine del mondo?. Nella trasmissione MTV Storytellers del 6 febbraio 2006, l’artista ha precisato che l’idea di sostituire il testo nacque dal discorso iniziale della prima legislatura di Silvio Berlusconi, in cui il premier negava che i media di sua proprietà avessero potuto agevolare la vittoria elettorale di Forza Italia. Ligabue si dichiarò sempre perplesso a proposito del fatto che il partito di Berlusconi, partendo da zero suffragi, avesse potuto arrivare ad ottenere subito una maggioranza relativa. Il contenuto della canzone diventa così una satira alla televisione italiana, in cui il cantautore prova a immaginare la situazione che si verrebbe a creare se la fine del mondo accadesse ai giorni nostri, con la gente che piuttosto di godersi gli ultimi giorni di vita preferirebbe assistere allo “spettacolo” da casa, seduta in poltrona davanti alla televisione. Viene addirittura citato il record di autogol battuto da Riccardo Ferri, militante nell’Inter, squadra di calcio di cui Ligabue è grande tifoso. Rispetto all’originale dei R.E.M., di cui è mantenuta grosso modo l’orchestrazione, è presente un maggior utilizzo di chitarra elettrica e tastiera. La seconda voce, ascoltabile soprattutto nel ritornello finale posso salutar…, è quella del tastierista Gianfranco Fornaciari, unico membro dei Clan Destino a partecipare al pezzo, in cui per l’occasione collaborano invece altri musicisti (una prima versione, eseguita dall’intera band, non venne scelta per l’incisione)”.

(Wikipedia, voce A che ora è la fine del mondo? (singolo))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-