Vinicio Capossela – Non c’è disaccordo nel cielo (testo)

———————————————— “Non c’è disaccordo nel cielo né nuvole gonfie o mistero né pacchi né stupri né soglie né stanze svuotate d’addio

Vinicio Capossela – Il paradiso dei calzini (testo)

———————————————— “Dove vanno a finire i calzini quando perdono i loro vicini dove vanno a finire beati i perduti con quelli spaiati quelli a righe mischiati con quelli a pois dove vanno nessuno lo sa

Vinicio Capossela – Una giornata perfetta (testo)

———————————————— “E’ una giornata perfetta passeggio nella strada senza fretta ascolto Vic Damone alla radio diffusione a spasso per la mia città

Vinicio Capossela – Dalla parte di Spessotto (testo)

———————————————— “Siamo dalla parte di Spessotto da appena nati dalla parte di sotto senza colletto, senza la scrima senza il riguardo delle bambine.

Vinicio Capossela – Non trattare (testo)

———————————————— “Non trattare, non trattare la tua fede non trattare Non trattare non ti frantumare o il peccato ti renda mortale (e mantieni l’unità) non ammazzare se non nel mio nome o il sangue che hai versato ricada su di te non trattare non ti soffermare abbi cura del timore

Vinicio Capossela – Resto qua (testo)

———————————————— “Resto qua e la miseria sa cos’è l’amor Natale è già passato e non sono ritornato lambrette e motorette spernacchiano l’oscurità

Vinicio Capossela – Nella pioggia (testo)

———————————————— “Sulla pelle e su noi cadono perle stasera le insegne dipingono amanti dai vetri rigati al vapore

Vinicio Capossela – Con una rosa (testo)

———————————————— “Con una rosa hai detto vienimi a cercare tutta la sera io resterò da sola ed io per te muoio per te con una rosa sono venuto a te

Vinicio Capossela – Signora luna (testo)

———————————————— “Persa nel cielo lungo la notte del mio cammino sono due luci che mi accompagnan dovunque sto una nel sole per quando il sole mi copre d’oro una nel nero per quando il gelo mi vuole a sé

Vinicio Capossela – Corre il soldato (testo)

———————————————— “Chiamami ora che la tua pelle non mi consola né la tua pelle né il tuo viso diviso e un’ombra scura è scesa lunga su di noi.