—————————————————-

“Hey kids, shake it loose together
the spotlight’s hitting something
that’s been known to change the weather
we’ll kill the fatted calf tonight
so stick around
you’re gonna hear electric music
solid walls of sound

Say, Candy and Ronnie, have you seen them yet
but they’re so spaced out, Bennie and the Jets
oh but they’re weird and they’re wonderful
oh Bennie she’s really keen
she’s got electric boots a mohair suit
you know I read it in a magazine
Bennie and the Jets

Hey kids, plug into the faithless
maybe they’re blinded
but Bennie makes them ageless
we shall survive, let us take ourselves along
where we fight our parents out in the streets
to find who’s right and who’s wrong

Oh, Candy and Ronnie, have you seen them yet
but they’re so spaced out, Bennie and the Jets
oh but they’re weird and they’re wonderful
oh Bennie she’s really keen
she’s got electric boots a mohair suit
you know I read it in a magazine
Bennie and the Jets

Oh, Candy and Ronnie, have you seen them yet
but they’re so spaced out, Bennie and the Jets
oh but they’re weird and they’re wonderful
oh Bennie she’s really keen
she’s got electric boots a mohair suit
you know I read it in a magazine
Bennie and the Jets

Bennie, Bennie and the Jets
Bennie, Bennie, Bennie, Bennie and the Jets
Bennie, Bennie, Bennie, Bennie, Bennie and the Jets
Bennie, Bennie, Bennie, Bennie and the Jets
Bennie, Bennie and the Jets”.

—————————————————-

Elton John, Bennie and The Jets – 5:23
(Elton John, Bernie Taupin)
Album: Goodbye Yellow Brick Road (1973)
Singolo: “Bennie and the Jets / Harmony” (1974)

Brano inserito nella rassegna Canzoni dedicate alle donne di InfinitiTesti.

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Elton John.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

Bennie and the Jets è un brano scritto ed interpretato dall’artista britannico Elton John; il testo è di Bernie Taupin. Proviene dal celebre album del 1973 Goodbye Yellow Brick Road e raggiunge la prima posizione nella Billboard Hot 100 ed in Canada per due settimane. È probabilmente uno dei brani più conosciuti di Elton, inserito in innumerevoli raccolte e bootleg. Si apre con la ripetizione ossessiva dello stesso accordo; il produttore Gus Dudgeon decise di produrre il pezzo come se fosse stato un live e aggiunse degli extra come dei fischi e degli applausi presi da un precedente concerto di Jimi Hendrix (come è possibile notare nel DVD The Making Of Goodbye Yellow Brick Road, pubblicato insieme alla Deluxe Edition dell’omonimo album). Elton mette in evidenza molto vistosamente, oltre al pianoforte, la sua voce in falsetto, caratteristica dei suoi primi lavori. Il testo di Taupin parla di una band immaginaria, i Jets, guidata da un leader donna, Bennie: per tutto il brano si suppone che John sia un fan di questo gruppo. Pare che Bernie abbia poi dichiarato in numerose interviste di aver cercato di fare della satira sulle imponenti industrie discografiche degli anni Settanta, ironizzando sulla mitizzazione delle band e sugli indumenti delle belve da palcoscenico.
Il brano fu registrato in chiave di Sol maggiore allo Chateau d’Hérouville, così come tutto l’album di provenienza e anche due precedenti lavori di Elton, Honky Chateau e Don’t Shoot Me I’m Only the Piano Player. Inizialmente, sia John che il resto della band si rifiutarono di proporre Bennie & The Jets come singolo: per il chitarrista Davey Johnstone, la canzone era troppo irregolare, troppo poco orecchiabile, probabilmente uno dei pezzi meno commerciali mai scritti da essi (come sottolinea nel DVD The Making Of Goodbye Yellow Brick Road). Non sarà infatti pubblicata come singolo nel Regno Unito fino al 1976; inizialmente, era stata progettata come B – side per Candle In The Wind (1974). Ma fu frequentemente trasmessa alle radio di R&B, musica molto amata da Elton e Bernie; era la prima volta che succedeva un simile avvenimento nella storia della musica (come si nota ancora nel DVD della Goodbye Yellow Brick Road Deluxe Edition). Bennie and the Jets sostituì allora Candle In The Wind come singolo negli Stati Uniti: il successo fu enorme. Raggiunse la prima posizione nelle classifiche americane R&B e divenne il terzo singolo di Elton ad aver venduto un milione di copie, oltre ad essere il suo secondo singolo d’oro in sei mesi. Axl Rose, leader dei Guns N’ Roses, decise di diventare un cantante e pianista dopo aver ascoltato questa canzone. Rimane un cavallo di battaglia di Elton nei live: sorprendentemente, la parte strumentale del brano viene eseguita nella stessa maniera della versione in studio, caso piuttosto raro (di solito John varia buona parte dei suoi pezzi dal vivo). Comunque la parte finale viene spesso prolungata, arrivando a durare diversi minuti: vengono eseguiti quindi virtuosismi e improvvisazioni classicheggianti, swing e boogie-woogie”.

(Wikipedia, voce Bennie and the Jets)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-