—————————————————-

“Well, I’m walking on down Virginia Avenue
trying to find somebody to tell my troubles to
Harold’s club is closing, and everybody’s going on home
what’s a poor boy to do?

I’ll just get on back into my short
make it back to the fort
sleep off all the crazy lizards inside of my brain
there’s got to be some place that’s better than this
this life I’m leading’s driving me insane

And let me tell you I’m dreaming…

Let me tell you that I’m dreaming to the twilight
this town has got me down
I’ve seen all the highlights, I’ve been walking all around
I won’t make a fuss, I’ll take a Greyhound bus
carry me away from here: Tell me, what have I got to lose?

‘Cause I’m walking on down Columbus Avenue
the bars are all closing, ‘cause it’s quarter to two
every town I go to is like a lock without a key
those I leave behind are catching up on me

Let me tell you they’re catching up on me
they’re catching up on me
catching up on me, catching up on me
catching up on me”.

—————————————————-

Traduzione.

“Sono qui che cammino giù per Virginia Avenue
in cerca di qualcuno a cui raccontare i miei guai
il Club Harold sta chiudendo
stanno tutti andando a casa
cosa vuoi che faccia un pover’uomo?

Mi rimetterò presto, ricomincerò da capo
per addormentare tutte le lucertole pazze nella mia testa
ci deve essere qualche posto migliore di questo
la vita che sto conducendo mi tira scemo

E lascia che ti dica che sto sognando..

Lascia che ti dica, sto sognando al tramonto
questa città mi ha buttato giù
ho visto i posti più importanti, ho camminato su e giù
e non farò chiasso, prenderò un bus Greyhound
che mi porti via da qui: dimmi, cos’ho da perdere?

Perché sono qui che cammino per Columbus Avenue
i bar stanno tutti chiudendo, sono un quarto alle due
tutte le città in cui vado sono come lucchetti senza chiave
quelle che mi lascio alle spalle mi raggiungono

Lascia che ti dica, mi raggiungono sempre
mi raggiungono sempre, mi raggiungono sempre
mi raggiungono sempre”.

(Traduzione a cura di R. Tomasini)

—————————————————-

Note del traduttore.

In Virgina Avenue, il pianista dalla voce un po’ rauca ci porta per mano in uno dei suoi tanti viaggi attraverso la notte, quando i locali sono chiusi e la gente è già a letto e ad un ragazzo povero non rimane altro che andare su e giù per la lunga strada, sognando ad occhi aperti.

—————————————————-

Tom Waits, Virginia Avenue – 3:10
(Tom Waits)
Album: Closing Time (1973)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Tom Waits.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: R. Tomasini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-