—————————————————-

“You don’t own me
I’m not just one of your many toys
You don’t own me
Don’t say I can’t go with other boys

And don’t tell me what to do
Don’t tell me what to say
And please, when I go out with you
Don’t put me on display ‘cause

You don’t own me
Don’t try to change me in any way
You don’t own me
Don’t tie me down ‘cause I’d never stay

I don’t tell you what to say
I don’t tell you what to do
So just let me be myself
That’s all I ask of you

I’m young, and I love to be young
I’m free, and I love to be free
To live my life the way I want
To say and do whatever I please


And don’t tell me what to do
Oh, don’t tell me what to say
And please, when I go out with you
Don’t put me on display

I don’t tell you what to say
Oh, don’t tell you what to do
So just let me be myself
That’s all I ask of you

I’m young, and I love to be young
I’m free and I love to be free
To live my life the way I want
To say and do whatever I please”.

—————————————————-

Lesley Gore, You Don’t Own Me – 2:31
(John Madara, Dave White)
Album: Lesley Gore Sings of Mixed-Up Hearts (1963)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo [email protected].

—————————————————-

Citazioni.

You Don’t Own Me è un singolo dalla cantante statunitense Lesley Gore, pubblicato nel dicembre 1963 come secondo estratto dal secondo album in studio Lesley Gore Sings of Mixed-Up Hearts. Il brano, dotato di un testo dalla spiccata impronta femminista, è stato scritto da John Madara e David White e raggiunse la seconda posizione nella Billboard Hot 100 negli Stati Uniti, dietro solo alla celeberrima hit I Want to Hold Your Hand dei Beatles; è divenuto la seconda canzone più conosciuta della cantante: la precede infatti It’s My Party.
Nel 1964 venne incisa su 45 giri da vari autori la cover italiana intitolata “Va, tu sei libero“, con un testo di Luciano Beretta assai diverso dall’originale: la interpretavano Dalida e la stessa Lesley Gore, oltre a Isabella Iannetti che la presentò anche al Cantagiro 1964. Nel 2015 la cantante australiana Saygrace ha inserito nel suo primo disco in studio FMA una versione del brano creata in collaborazione con il rapper statunitense G-Eazy, ottenendo un notevole successo commerciale. Nel 2019 anche le cantanti statunitensi Ariana Grande e Kristin Chenoweth hanno inciso una cover del brano”.

(Wikipedia, voce You Don’t Own Me)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini ([email protected])
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz ([email protected])
Segretaria di Redazione: Arianna Russo ([email protected])

—————————————————-