John Prine – The Great Compromise (testo e traduzione)

————————————————

Testo.

“I knew a girl who was almost a lady
She had a way with all the men in her life
Every inch of her blossomed in beauty
And she was born on the fourth of July…

Well she lived in an aluminum house trailer
And she worked in a juke box saloon
And she spent all the money I give her
Just to see the old man in the moon.

I used to sleep at the foot of Old Glory
And awake in the dawn’s early light
But much to my surprise
When I opened my eyes
I was a victim of the great compromise…

Well we’d go out on Saturday evenings
To the drive-in on Route 41
And it was there that I first suspected
That she was doin’ what she’d already done.


She said “Johnny won’t you get me some popcorn”
And she knew I had to walk pretty far
And as soon as I passed through the moonlight
She hopped into a foreign sports car…

I used to sleep at the foot of old glory
And awake in the dawn’s early light
But much to my surprise
When I opened my eyes
I was a victim of the great compromise.

Well you know I could have beat up that fellow
But it was her that had hopped into his car
Many times I’d fought to protect her
But this time she was goin’ too far.

Now some folks they call me a coward
‘Cause I left her at the drive-in that night
But I’d rather have names thrown at me
Than to fight for a thing that ain’t right.

I used to sleep at the foot of old glory
And awake in the dawn’s early light
But much to my surprise
When I opened my eyes
I was a victim of the great compromise.

Now she writes all the fellows love letters
Saying: “Greetings, come and see me real soon”
And they go and line up in the barroom
And spend the night in that sick woman’s room

But sometimes I get awful lonesome
And I wish she was my girl instead
But she won’t let me live with her
And she makes me live in my head.

I used to sleep at the foot of old glory
And awake in the dawn’s early light
But much to my surprise
When I opened my eyes
I was a victim of the great compromise”.

————————————————

Traduzione.

“Conoscevo una ragazza che era quasi una signora
aveva lo stesso comportamento con tutti gli uomini della sua vita
ogni suo centimetro è sbocciato in bellezza
è nata il 4 luglio

Viveva in una roulotte di alluminio
e lavorava in un salone juke-box
e ha speso tutti i soldi che le avevo dato
solo per vedere il vecchio sulla luna.

Dormivo ai piedi della Vecchia Gloria
e mi svegliavo alle prime luci dell’alba
ma con mia grande sorpresa
quando ho aperto gli occhi
sono stato vittima del grande compromesso

Uscivamo il sabato sera
per andare al drive-in sulla Route 41
ed è stato lì che ho sospettato per la prima volta
che stava facendo quello che aveva già fatto

Disse: “Johnny, perchè non vai a prendermi dei popcorn?”
e sapeva che avrei dovuto allontanarmi abbastanza
e non appena sono passato attraverso la luce della luna
è saltata su un’auto sportiva straniera

Dormivo ai piedi della Vecchia Gloria
e mi svegliavo alle prime luci dell’alba
ma con mia grande sorpresa
quando ho aperto gli occhi
sono stato vittima del grande compromesso

Sai che avrei potuto picchiare quel tizio
ma era lei che era saltata nella sua macchina
molte volte ho combattuto per proteggerla
ma questa volta stava andando troppo lontano

Ora alcune persone mi chiamano codardo
perché l’ho lasciata al drive–in quella notte
ma preferisco ricevere i loro insulti
piuttosto che combattere per una cosa che non è giusta

Dormivo ai piedi della Vecchia Gloria
e mi svegliavo alle prime luci dell’alba
ma con mia grande sorpresa
quando ho aperto gli occhi
sono stato vittima del grande compromesso

Poi scrive lettere d’amore a tutti i suoi amici
dicendo “Saluti, vieni a trovarmi molto presto”
e vanno e si mettono in fila nel bar
e trascorrono la notte nella camera di quella donna malata

Ma a volte mi sento terribilmente solo
e vorrei invece che fosse la mia ragazza
ma lei non mi lascerà vivere con lei
e mi fa vivere nella mia testa.

Dormivo ai piedi della Vecchia Gloria
e mi svegliavo alle prime luci dell’alba
ma con mia grande sorpresa
quando ho aperto gli occhi
sono stato vittima del grande compromesso”.

(Traduzione a cura di Arturo Bandini)

————————————————

John Prine, The Great Compromise – 4:57
(John Prine)
Album: Diamonds in the Rough (1972)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Citazioni.

The Great Compromise è una canzone scritta ed eseguita da John Prine. La canzone è stata inclusa nell’album di Prine Diamonds in the Rough che è stato pubblicato dalla Atlantic Records nel 1972. È una canzone contro la guerra e una canzone di protesta. Il suo tema è la disillusione del paese durante l’era della guerra del Vietnam. Nelle note di copertina della sua antologia del 1993 Great Days, Prine scrive di questa canzone: “L’idea che avevo in mente era che l’America fosse questa ragazza che portavi nei film drive-in. E poi, quando sei andato a prendere dei popcorn, si è girata e ha seguito un ragazzo in un’auto sportiva straniera. Amo davvero l’America. Semplicemente non so più come arrivarci”.

Nel 2011, Oh Boy Records ha pubblicato registrazioni datate 1970 di Prine che canta “The Great Compromise” su Singing Mailman Delivers. Prima di cantare la canzone dice: “Questa è una canzone che Francis Scott Key e io abbiamo scritto non molto tempo fa. Lui scrive canzoni politiche (lo sai), io scrivo canzoni d’amore. Così ci siamo riuniti e abbiamo scritto una canzone… È una canzone d’odio per una donna che amo. Parla di un ragazzo che è uscito per trovare l’America, e l’ha trovata in una sala bar, mentre beveva: si sentiva male. Quindi si è sentito dispiaciuto per lei e le ha chiesto di andare al drive-in”.

La canzone è stata descritta come “Dylan-esque” in un necrologio per Prine.

(Wikipedia, voce The Great Compromise (song))

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.