Riccardo Cocciante – Celeste nostalgia (testo)

————————————————

Testo.

“Avevi ragione tu mia cara
la vita non dura mai una sera
il tempo di una follia
che breve, fugge via
e poi, cosa rimane dentro noi?
Questa celeste nostalgia
questo saperti da sempre ancora ancora mia, mia

Il bene profondo non si offende
si spegne se è il caso e poi riaccende
passione violenta sia
comprendimi, amica mia
tu puoi

Tutto normale fra di noi
cara celeste nostalgia
dolce compagna di storie d’amore
sempre mia, sempre mia

Vederti un istante sopra un treno
partire su un auto e andar lontano
quel lampo negli occhi, ciao
d’accordo fa male, ciao, ma tu
dentro di me non muori più
azzurra celeste nostalgia
qualche parola affettuosa è un po’ poco però
per noi, forse no


Amore mio grande, amica mia
cara celeste nostalgia
un’ora, un giorno, una vita
che cosa vuoi che sia, resti mia

Amore mio grande, amica mia
cara celeste nostalgia
un’ora, un giorno, una vita
che cosa vuoi che sia?”.

————————————————

Riccardo Cocciante, Celeste nostalgia – 4:11
(Mogol, Riccardo Cocciante)
Album: Cocciante (1982)
Singolo: “Celeste nostalgia / Un nuovo amico” (1982)

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

————————————————

Citazioni.

Celeste nostalgia/Un nuovo amico è un singolo del cantante italiano Riccardo Cocciante pubblicato nel 1982 ed estratto dall’album Cocciante. Il disco risultò il 20° singolo più venduto in Italia nel 1982. Entrambi i brani, arrangiati da Paul Buckmaster, del disco parteciparono al Festivalbar 1982.

Il brano del Lato A, Celeste nostalgia, è un brano scritto dallo stesso Riccardo Cocciante e da Mogol. Si tratta di un brano dal testo malinconico, in cui si rimpiange il tempo che trascorre (con le storie d’amore passate) e in particolare una donna (amica o fidanzata) perduta, che nonostante il tempo che passa, rimane sempre nella testa del protagonista. Oltre che al Festivalbar, il brano partecipò a Un disco per l’estate 1982.

L’anno dopo la sua uscita, il brano è stato inserito nella scena finale del film diretto da Carlo Vanzina Sapore di mare, scena che ha come protagonisti Marina Suma e Jerry Calà.

Nel 2005, il brano è stato inserito nell’album Le storie di Mogol.

Il brano è stato inoltre adattato in lingua olandese da Bart Peeters con il titolo Allemaal door jou ed interpretato in questa versione nel 2006 dallo stesso Bart Peeters.

(Wikipedia, voce Celeste nostalgia/Un nuovo amico)

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Alessandro Menegaz (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *