James Brown – Pagina di raccordo – Testi e traduzioni

————————————————

————————————————

James Joseph Brown (3 maggio 1933 – 25 dicembre 2006) è stato un musicista americano. Progenitore centrale della musica funk e figura di spicco della musica del XX secolo, è stato chiamato con vari soprannomi onorifici, tra cui “the Hardest-Working Man in Show Business”, “Godfather of Soul”, “Mr. Dynamite” e “Soul Brother No. 1” (continua nella Biografia).

————————————————

Canzoni che omaggiano o citano James Brown

1. Nino FerrerLa pelle nera (1967, testo)


————————————————

Biografia

(Prosegue dall’introduzione) In una carriera che è durata oltre 50 anni, ha influenzato lo sviluppo di diversi generi musicali. Brown è stato uno dei primi 10 artisti ad essere inserito nella Rock and Roll Hall of Fame durante la sua inaugurazione a New York il 23 gennaio 1986.

Brown ha iniziato la sua carriera come cantante gospel a Toccoa, in Georgia. Ha raggiunto la notorietà nella metà degli anni ’50 come cantante principale dei Famous Flames, un gruppo vocale di rhythm and blues fondato da Bobby Byrd. Con i successi delle ballate “Please, Please, Please” e “Try Me“, Brown ha costruito una reputazione come dinamico performer dal vivo insieme ai Famous Flames e alla sua band di supporto, talvolta conosciuta come la James Brown Band o la James Brown Orchestra. Il suo successo ha raggiunto il culmine negli anni ’60 con l’album dal vivo “Live at the Apollo” e con singoli di successo come “Papa’s Got a Brand New Bag“, “I Got You (I Feel Good)” e “It’s a Man’s Man’s Man’s World“.

Durante la fine degli anni ’60, Brown passò da una gamma di forme e stili basati sul blues e sul gospel ad un approccio profondamente “africanizzato” alla produzione musicale, enfatizzando ritmi essenziali e interconnessi che influenzarono lo sviluppo della musica funk. Entro i primi anni ’70, Brown aveva completamente consolidato il suono funk dopo la formazione dei J.B.’s, con brani come “Get Up (I Feel Like Being a) Sex Machine” e “The Payback“. Divenne anche noto per canzoni di commento sociale, tra cui il successo del 1968 “Say It Loud – I’m Black and I’m Proud“. Brown continuò a esibirsi e registrare fino alla sua morte per polmonite nel 2006.

Brown registrò e pubblicò 17 singoli che raggiunsero la posizione numero 1 nelle classifiche R&B di Billboard. Detiene anche il record per il maggior numero di singoli elencati nella classifica Billboard Hot 100 che non hanno raggiunto la posizione numero 1. Dopo la sua morte, Brown è stato inserito nella prima classe della Rhythm & Blues Music Hall of Fame nel 2013 come artista e poi nel 2017 come compositore. Ha ricevuto anche riconoscimenti da diverse altre istituzioni, inclusi l’inserimento nella Black Music & Entertainment Walk of Fame e nella Songwriters Hall of Fame. Nell’analisi di Joel Whitburn delle classifiche R&B di Billboard dal 1942 al 2010, Brown è classificato al primo posto nella Top 500 degli artisti. È al settimo posto nella lista di Rolling Stone dei 100 più grandi artisti di tutti i tempi (da Wikipedia).

————————————————

InfinitiTesti.com

Contatti
Artisti italiani
Artisti stranieri
Traduzioni
Discografie scelte
Rassegne e speciali

————————————————

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

————————————————

————————————————

Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Arturo Bandini (ad interim) (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

————————————————

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *