—————————————————- “Parliamo ancora di lui sottovoce quando viene sera seduti vicini con un po’ di paura di quando ci rincorreva ridendo in quel modo strano e poi si nascondeva a spiarci da lontano