Francesco De Gregori – Condannato a morte (testo)

———————————————— “Da qualche parte dicono che vive bene che relativamente non gli manca niente può bere, camminare, scrivere e respirare fantasma senza catene da qualche parte dicono è sempre uguale anche se non si somiglia più la mattina di Pasqua con le mani in tasca e una corona di spine