—————————————————- “Era il vestito del violinista che vedevamo sventolare il giorno che passò la guerra sulle rovine della Cattedrale dietro le ombre e la polvere fino al sonno e alla fame fino all’Albergo dei Poveri sull’asfalto e il catrame