—————————————————- “I colli dei cigni splendono alla luce e mille barbagli trafiggono le palpebre il fuoco che bruciò Roma è solo sprazzo così mi incendi con bugie di suoni mi possiedi.