—————————————————- “Ma che faccina avevi in quel caffè pallida e dolce mentre guardavi me parlavi piano, piano per ascoltarlo