—————————————————- “Eva che dai da mangiare ai colombi e il dito bagnato in direzione del vento la, la, la, la… e sia cento lire nel comodino perdi tempo a cercarle adesso