—————————————————- “Eccomi qui, figlio di un po’ per uno di nuovo qui per cavalcarti ancora il cuoio nero e le corna in vetroresina il mio lavoro sei tu, il toro